"Egregio conduttore Rai, vogliamo sapere, dalla televisione pubblica, della trentennale battaglia di Marco Pannella per #amnistia e #indulto per rientrare subito nella legalità e avviare la riforma della giustizia".

Parte così su Facebook una nuova iniziativa radicale per chiedere a giornalisti e conduttori tv di dedicare più spazio al drammatico problema del sovraffollamento carceri in Italia e agli appelli per amnistia e indulto 2014, i provvedimenti di clemenza generale ad efficacia retroattiva con i quali è possibile risolvere la questione carceri entro il mese di maggio 2014, così come impone con la sentenza Torreggiani la Corte europea dei diritti dell'uomo che ha sede a Strasburgo.

Pubblicità
Pubblicità

Amnistia e indulto 2014: serve più informazione sulla Rai, iniziativa su Facebook

"STALKiamoli: difendiamo il nostro diritto all'informazione" è il titolo dell'evento e della relativa pagina Facebook in cui si chiede ai conduttori di programmi tv Rai di dare voce agli appelli di clemenza. L'iniziativa è stata lanciata da Alessandra Terragni, coordinatrice delle iniziative radicali e delle adesioni allo sciopero della fame per sollecitare l'approvazione di indulto e amnistia 2014.

"Egregio conduttore Rai, vogliamo sapere dalla televisione pubblica - si legge nel post in cui vengono indicati anche gli indirizzi e-mail in cui inviare l'appello ai conduttori Rai affinché si occupino di sovraffollamento carceri, amnistia e indulto - del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che sei mesi fa ha inviato un lungo messaggio alle Camere invitando il parlamento a recepire le istanze legate alla necessità di riformare complessivamente il sistema giustizia e ad agire in fretta per ottemperare in tempi stretti a ciò che dice la Corte di Strasburgo.

Pubblicità

Sì, dunque, all'indulto. E sì anche all'amnistia. Mancano pochi giorni - viene ricordato nel post pubblicato su Facebook - al 28 maggio 2014, termine fissato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo per porre fine alla tortura praticata nei confronti dei detenuti ristretti nelle nostre carceri".

Tra gli indirizzi dei programmi Rai a cui inviare l'appello ad occuparsi di emergenza carceri, amnistia e indulto 2014 segnalati sulla pagina "STALKiamoli: difendiamo il nostro diritto all'informazione" ci sono quelli di Porta a Porta, Ballarò, Che tempo che fa, Unomattina, La vita in diretta, Report, Agorà, Virus e L'Arena.