Giungono importanti novità in merito ad #amnistia e #indulto 2014: era previsto per ieri in Commissione Giustizia l’esame congiunto dei ddl che hanno ad oggetto i due provvedimenti di clemenza generale, ma il fatto che sia slittato potrebbe mettere a rischio la presentazione del relativo testo unificato, con la deadline per la consegna che scadrà domani 15 maggio alle ore 18.00.



Mentre cresce l’attesa per il viaggio che Orlando farà a Strasburgo (il tutto dovrebbe avvenire la prossima settimana), ha destato grande curiosità l’incontro avvenuto ieri tra una delegazione dei Radicali Italiani capitanati da Pannella e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, da sempre, lo ricordiamo, favorevole ad Amnistia e Indulto 2014.

Pubblicità
Pubblicità



Amnistia e Indulto 2014, il deposito del testo unificato potrebbe slittare: Orlando volerà a Strasburgo



Come accennato in apertura, in tema di Amnistia e Indulto 2014 bisogna segnalare la mancata discussione in Commissione Giustizia sui ddl che hanno ad oggetto proprio i due provvedimenti di clemenza generale; l’esame congiunto dei testi, in programma nella giornata di ieri, è saltato, ecco che la presentazione del testo unificato a cura di Nadia Ginetti e Ciro Falanga potrebbe essere rimandata. Il termine di consegna è fissato per domani, 15 maggio alle ore 18.00, ma come accennato il tutto potrebbe slittare a dopo il viaggio di Orlando a Strasburgo, in programma per il 22 maggio.



Come già sottolineato nel corso di precedenti contributi, la visita del guardasigilli alle istituzioni europee potrebbe essere decisiva per il fare il punto della situazione e comprendere quale sia il parere delle istituzioni sovranazionali ad una settimana appena dalla scadenza imposta all’Italia per sovvertire il regime di sovraffollamento carcerario.



Quel regime che le nostre istituzioni non hanno mai concretamente voluto abbattere ricorrendo ad Amnistia e Indulto 2014 e che adesso rischia di costare pesantissime sanzioni pecuniarie (oltre 100 mln di euro l’anno).



Ai detenuti saranno certamente elargiti indennizzi economici e sconti di pena, anche se sulla misura dei due provvedimenti lo stesso guardasigilli ha già sollecitato il Parlamento per un confronto (come prime ipotesi, si parla di 15-20 euro al giorno e sconti massimo del 20% sul totale della pena).

Amnistia e Indulto 2014, i Radicali al Quirinale



Sempre in tema di sovraffollamento carceri, Amnistia e Indulto 2014, bisogna poi sottolineare la visita di una delegazione dei Radiciali al Quirinale, con l’avvenuto incontro tra il leader Marco Pannella e il Presidente della Repubblica Napolitano.



Pannella ha in particolare lamentato come il discorso rivolto alle Camere lo scorso ottobre dallo stesso capo dello Stato sia rimasto inascoltato, una presa di posizione forte quella di Napolitano che invitava il Parlamento a valutare l’adozione di misure straordinarie (anche Amnistia e Indulto) per arginare il problema del sovraffollamento delle carceri. L’appello è caduto nel vuoto e adesso si rischia di doverne pagare le conseguenze.



#Governo