Manca ormai poco più di una settimana a mercoledì 28 maggio, data fondamentale per conoscere quello che sarà il futuro della giustizia italiana e delle possibili riforme di #amnistia e #indulto. Dopo la sentenza Torreggiani dello scorso anno, la speciale Commissione della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dovrà giudicare la situazione delle carceri italiane, tenendo conto delle condizioni di detenzione, della struttura dei penitenziari e delle riforme applicate negli ultimi mesi per cercare di risollevare una situazione molto complicata.

In attesa della prossima giornata, giovedì 22 maggio il Ministro Andrea Orlando sarà ospite del Consiglio Europeo di Strasburgo e sarà chiamato ad esporre l'attuale situazione ed i piani del #Governo Renzi, sempre contrario ad amnistia ed indulto, riforme richieste a gran voce da molti italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Amnistia e indulto 2014: nuove proteste dei Radicali Italiani

In attesa delle decisioni istituzionali proseguono senza sosta le proteste dei Radicali Italiani, sempre in prima linea per la richiesta di nuovi interventi a favore di amnistia ed indulto. Vista l'assenza di Marco Pannella, è stata questa volta Rita Bernardini, ospite a Bologna ad un convegno sull'emergenza carceri, a rilanciare la proteste ed a sottolineare come amnistia ed indulto siano ad oggi necessari per risollevare la situazione italiana. Secondo il leader dei RI la giustizia è infatti una delle principali cause a condannare l'Italia ad una situazione di generale crisi.