La copertina satirica di Crozza ha come sempre divertito il pubblico e anche gli ospiti in studio nella puntata di Ballarò del 13 maggio 2014. Oggi però vogliamo parlarvi dell'ennesima intervista di Floris a #Matteo Renzi, che ad un certo punto ha preso una piega inattesa e polemica. Per voi anche i sondaggi Ipsos sul sentimento degli italiani, nulla a che fare con intenzioni di voto o opinioni sui politici, vietati dalla legge visto il voto per le imminenti Elezioni Europee 2014 del 25 maggio.

Punti salienti intervista Floris a Renzi, puntata Ballarò 13 maggio 2014

Sul complotto contro Berlusconi del 2011 confermato dalle rivelazioni shock dell'ex Ministro del Tesoro USA Geithner della giunta Obama, Renzi afferma che si tratta della 18^ rivendicazione del leader di Forza Italia.

Pubblicità
Pubblicità

Sulla 'gita' a Roma promessa da Grillo in caso di vittoria alle Elezioni Europee per mandare ai servizi sociali Napolitano, il Presidente del Consiglio parla del 37° annuncio da parte del leader del M5S di compiere una marcia sulla capitale.

Sulla faccenda Expo 2015, si dice deciso ad andare avanti e punire i malfattori, trovando la posizione di Grillo che invece vuole sospendere i lavori a Milano.

Renzi promette una soluzione alla vicenda Electrolux, ma poi glissa sul come. L'intervista diventa un battibecco quando Renzi parla degli sprechi della Rai e del taglio di 150 mln. Floris incassa e replica che anche Mediaset dovrebbe pagare lo stesso dazio, la risposta è che non sarà possibile.

Abolizione delle province rivendicata da Renzi, Floris replica che in realtà la struttura rimane in piedi.

Pubblicità

Poi arriva il punto forte.

Interrogato su incapienti, pensionati e partite Iva, il segretario del PD vuole parlare degli 80 euro, ennesima risposta evasiva. Floris fa notare che anche per questo le coperture sono a rischio, ecco perchè.

1) Presunte entrate provenienti dalle tasse sulle quote di Bankitalia, Iva da pagamento debiti PA, evasione, riduzione agevolazioni imprese e agricoltura.

2) Poi al risparmio dovuto ai tagli di beni e servizi, PA, stipendi manager e municipalizzate.

Floris ricorda a Renzi che il Senato ha posto la questione incostituzionalità di certe misure, e che i legali delle banche sono già pronti a dare battaglia nei tribunali, se vincessero salterebbero le coperture. Renzi esclude questa possibilità, il che non è una risposta perchè si basa sull'incerto.

Spending review: dovrebbe portare 17 mld per il 2015 e fino a 32 mld per il 2016, ma come? Esce fuori il problema di ridurre le municipalizzate, ma questo significa anche mandare a casa tanti dipendenti, Renzi nega, tutto molto vago.

Pubblicità

Sondaggi Ballarò Ipsos del 13 maggio 2014, domande e risposte

Sugli arresti Expo: il 56% sostiene che tutto deve cambiare, il 38% che nulla cambierà mai.

Quale preoccupazione va affrontata per prima? Il 38% sostiene la situazione economica della mia famiglia. Il 22% del rapporto dell'Italia con Ue e Euro. Sempre il 22% pensa che debba essere la delinquenza diffusa. L'11% il vecchiume dell'Italia.

Al lavoro che capo preferirebbe? Il 54% lo vorrebbe saggio, il 16% giovane, il 16% rivoluzionario, il 7% simpatico.

Come compagno di viaggio, preferirebbe? Uno spagnolo il 46%, un tedesco il 16%, un francese il 12%, un greco il 7%.

Come affidatario dei suoi affari, chi vorrebbe? Un tedesco per il 57%, uno spagnolo 10%, un francese 9%, un greco 1%.

#Sondaggi politici