#Silvio Berlusconi, in un'intevista televisiva, ha messo in evidenza diversi argomenti rispondendo alle domande del giornalista: dall'estradizione di Marcello Dell'Utri alle inchieste Expo, dalle ipotesi Geithner alle imminenti elezioni europee fino a focalizzare la sua attenzione ad una probabile alleanza con Angelino Alfano alle prossime elezioni politiche.

Proprio quest'ultimo argomento ha focalizzato l'attenzione del leader azzurro ''Credo che non ci sia altra possibilità che la stragrande maggioranza dei moderati diventi un giorno maggioranza politica. Bisogna convincere però chi ha deciso di non votare a diventare una maggioranza politica organizzata''.

Pubblicità
Pubblicità

Silvio Berlusconi ha anche commentato i casi a lui vicini, quelli di Dell'Utri e di Ruby. Il Cavaliere ribadisce che sono stati smentiti tutti quelli che pensavano che Dell'Utri fosse andato in Libano per nascondersi e quindi per sottrarsi alla giustizia italiana. Relativamente al processo Ruby, Berlusconi ha specificato che ''non c'è alcun reato di mezzo. Tutto quello che è stato montato dietro questo caso è servito solamente a rovinare l'immagine del Presidente del Consiglio ma soprattutto dell'Italia''.

Altro argomento trattato è quello relativo allo scandalo Expo 2015, mettendo in risalto il fatto che sicuramente c'è stata esagerazione da parte della stampa auspicando che questo non rallenti i lavori dell'Expo.

Berlusconi è tornato a parlare del caso Geithner rimarcando la necessità di istituire una commissione d'inchiesta che possa indagare su quello che è avvenuto nell'autunno del 2011.

Pubblicità

Infine, il leader azzurro ha ribadito il perché della fermezza nel rifiutare gli 80 miliardi di euro da parte del Fondo Monetario Internazionale, sempre nel 2011 ''Non ne avevamo bisogno e non potevamo perdere la nostra sovranità''.