Le #Elezioni europee si avvicinano e, di conseguenza, si inasprisce il clima elettorale in vista del rush finale. Stamane Silvio Berlusconi, alla Telefonata su Canale 5, ha alzato i toni contro #Beppe Grillo e il Movimento cinque stelle. Ma ha anche rincarato la dose in termini di promesse.

Queste le sue dichiarazioni contro il comico genovese e il suo movimento: 'In Europa verrà messo in un angolo, un importante deputato europeo mi ha detto: stiamo allargando i cessi e li metteremo lì. Si tratta di un partito di protesta e distruzione. Qualcuno lo ha chiamato Adolf Grillo'.

Del resto non è la prima volta che l’ex Premier ha paragonato Grillo a Hitler, specie per i discorsi che quest’ultimo faceva prima di salire al potere, che, secondo l’imprenditore di Arcore, sono molto simili a quelli del leader del Movimento cinque stelle.

Pubblicità
Pubblicità

Poi ha iniziato con le promesse, come quella di alzare le pensioni minime a 800 euro o anche mille euro, prevedendola anche per le casalinghe che fanno “un lavoro faticoso e sono sette milioni e mezzo”. Berlusconi sta puntando molto sugli anziani, infatti in precedenza aveva parlato di “bonus dentiera”. Per molti addetti ai lavori, il leader di Forza Italia ha intuito che gli altri partiti parlano poco degli anziani nelle loro arringhe elettorali.

A contraddistinguere la campagna elettorale di Forza Italia anche una evidente vena animalista, ironizzata da qualcuno.

Poi l’affondo su Renzi, che a suo dire ha fatto un’elemosina con quegli 80 euro in più in busta paga e si dice fermamente all’opposizione.

La campagna elettorale di Berlusconi continua dunque senza sosta in Tv, la sua arma notoriamente preferita e dove sa destreggiarsi meglio.  #Silvio Berlusconi