Non si è fatta attendere la precisazione del Quirinale sul caso Geithner secondo cui, in base alle dichiarazioni dell'allora Ministro del Tesoro americano Timothy Geitnher, furono fatte delle pressioni a livello Unione Europea per far dimettere l'ex premier #Silvio Berlusconi.

''Le dimissioni di Silvio Berlusconi sono state date liberamente e responsabilmente il 12 novembre del 2011, preannunciate qualche giorno prima, con una motivazione fondata su motivi parlamentari. Il 20 dicembre 2011, il Presidente della Repubblica Napolitano fornì un'ampia ricostruzione in occasione degli scambi di auguri con gli organismi istituzionali.

Pubblicità
Pubblicità

Quindi si ribadisce che il motivo delle dimissioni è da ricercare nei fatti politici interni al nostro Paese''.

Il caso scoppiato in queste ore ha messo in agitazione i vertici di Forza Italia. Proprio Brunetta, Presidente dei Deputati di Forza Italia, ha chiesto l'istituzione di una commissione d'inchiesta che possa far luce su quello che avvenne nel 2011. Queste le sue dichiarazioni ''Si chiede l'istituzione di una commissione che possa andare a fondo sulle vicende, cause e responsabilità, anche a livello internazionale, che hanno portato alle dimissioni del Governo Berlusconi, nell'autunno del 2011, senza peraltro una sfiducia formale da parte del Parlamento''.

Un'ultima precisazione da parte del Quirinale: il Presidente della Repubblica Napolitano, il 25 ottobre 2011 a margine di un incontro tra capi di governo, stigmatizzò le critiche pervenute dai governi europei definendole ''inopportune e sgradevoli espressioni pubbliche''.

Pubblicità

#Giorgio Napolitano