Le elezioni qui da noi in Italia si avvicinano e la domanda più ricorrente è: come si vota alle Europee 2014? C'è grande attesa nel nostro Paese per conoscere i risultati di quello che è un vero e proprio voto politico nonostante i partiti maggiori negli ultimi giorni abbiano voluto minimizzare sulla portata che un eventuale risultato a sorpresa possa avere nelle prossime settimane sull'azione di governo. Scopriamo tutte le informazioni utili sul giorno e sull'orario in cui si potrà andare a votare questo fine settimana. 

COME SI VOTA ALLE EUROPEE 2014 - Prendete carta e penna e annotate delle semplici istruzioni guida per votare alle prossime elezioni.

Pubblicità
Pubblicità

Per prima cosa bisogna ricordare che per votare occorre aver compiuto i 18 anni d'età. In secondo luogo occorrono i soliti due documenti che presentiamo ogni qualvolta ci rechiamo alle urne, ovvero la tessera elettorale e un documento di identità (controllate che non sia scaduto). Come terzo aspetto non fatevi ingannare dal colore diverso delle schede: esso dipende dalla circoscrizione di residenza, quindi chi abita nelle isole voterà su una scheda rosa, mentre chi abita al nord porrà il suo voto su una scheda di color grigio (nord-occidentale) o marrone (nord-orientale). Nella pratica, per votare occorre segnare una croce sul simbolo della lista a cui abbiamo deciso di affidare il nostro voto. Vi è poi la possibilità di annotare fino a tre preferenze. Stavolta però è vietato il voto disgiunto.

Pubblicità

Ciò significa che le nostre tre preferenze andranno esclusivamente a persone comprese nella stessa lista. Ricordatevi inoltre, pena l'annullamento della terza preferenza, che non bisogna dare la preferenze a tre persone dello stesso sesso. 

QUANDO SI VOTA PER LE EUROPEE? - Sapere come si vota non serve a nulla se non si conosce né il giorno né tantomeno l'orario in cui ci si deve recare al seggio d'appartenenza. Riprendete dunque carta e penna e completate la guida con queste due nuove info essenziali. In Italia si vota soltanto nella giornata di domenica 25 maggio e i seggi saranno aperti dalle 7 del mattino fino alle 23, ininterrottamente. Non presentatevi dunque il sabato e neppure il giorno seguente, di lunedì, anche perché troverete chiuso. Infine, come chicca, riportiamo anche il non complicato sistema di voto, al fine di evitare facili entusiasmi tra le persone che voteranno questo anziché quel partito: ricordate, non esultate se il partito per cui avete votate prenderà meno del 4% dei voti complessivi, perché questo significherà soltanto una cosa, non esserci al nuovo Parlamento di Strasburgo.  #Elezioni europee