Dopo la clamorosa sconfitta del #M5S alle Elezioni Europee 2014, che ha incoronato il Pd primo partito oltre il 40%, sono arrivati gli insulti dei grillini nei confronti degli italiani che non li hanno votati, dai post sui social network che recitano: "Da oggi quando incontri un italiano su tre dagli uno schiaffo", alla dichiarazione stizzita di Emanuele Cozzolino "Uno Stato di coglioni".

Il nervosismo e gli attacchi dei grillini, alle prese con il caos politico all'interno del movimento non hanno risparmiato neanche il comico Maurizio Crozza, il quale nelle ultime ore è stato assalito dagli insulti del popolo grillino sulla sua fanpage di #facebook, e stupito ha chiesto: "Grillini che vi è preso?".

Pubblicità
Pubblicità

Il flop elettorale ha provocato la rabbia e la sofferenza dei grillini, alcuni dei quali hanno chiesto le dimissioni di #Beppe Grillo, creando una forte scissione della base del M5S dal leader Beppe Grillo, il quale furioso dopo aver preso il Maalox e aver definito i dissidenti "I miracolati della politica" di sua iniziativa e senza consultazioni, insieme al figlio del guru, Davide Casaleggio, è volato a Bruxelles per incontrare il leader inglese dell'Ukip Nigel Farage.

Tuttavia nonostante il lavoro svolto negli ultimi 10 mesi dal M5S al Parlamento, di protesta e denuncia dei privilegi della casta e dopo la restituzione della diaria in un fondo per le PMI all'incontenibile ondata di scontento del M5S ha replicato Maurizio Crozza: "Caro popolo grillino, che vi è preso? Vorrei ricordarvi che io sono un comico completamente "laico", che non appartiene a nessun partito, che non ha amici in nessun ambito di potere.

Pubblicità

Io appartengo solo a me stesso".