Le elezioni amministrative di quest’anno si terranno in concomitanza con le #Elezioni europee il 25 maggio. I ballottaggi, invece, sono previsti per l’8 di giugno. Sono tanti le amministrazioni italiane e la popolazione chiamata al voto, ben 4104 i comuni. Un dato così grande può far sperare che si abbassi il valore del ‘partito del non voto’ alias astensionismo. Molte sono le metropoli chiamate alle urne.

Una nota deve essere fatta a quei ventiquattro nuovi comuni che sono stati istituiti nel corrente anno grazie alla fusione di territori. Il voto riguarderà ventinove comuni capoluogo di provincia e cinque capoluoghi di regione: Bari, Firenze, Campobasso, Potenza e Perugia.

Pubblicità
Pubblicità

Sono le prime elezioni che prevedono la riduzione del numero dei consiglieri e della giunta comunale. Mentre nei comuni fino a 10 mila abitanti saranno eletti 13488 consiglieri comunali in più oltre a 2612 nuovi assessori.

Oltre ai già citati capoluoghi di regione saranno chiamate al volto altre città della nostra Nazione, fra cui Padova, Prato, Modena, Livorno, Foggia, Ferrara, Sassari, Pescara, Forlì, Bergamo, Caltanissetta ed altri ancora. In molti di questi comuni oltre alle liste civiche si presenterà per la prima volta la componente del Movimento 5 Stelle visti i tanti meet-up aperti in moltissime città della penisola italiana.

Si vota dalle ore 7.00 alle ore 23.00 di domenica 25 maggio. Le operazioni di scrutinio invece inizieranno lunedì 26 maggio alle ore 14.00. L'Italia è pronta ad un nuovo scenario politico.

Pubblicità

#Elezioni politiche #Beppe Grillo