A poco meno di due settimane dalle #Elezioni europee 2014, il leader di FI, sceso nuovamente in campo e deciso a superare la soglia del 20% dei consensi elettorali, dopo le dichiarazioni dell'ex ministro americano Geithner su un complotto nel 2011 per far cadere il governo Berlusconi, ha reso noto un commento al veleno di un eurodeputato contro il M5S: " Al Parlamento Europeo i grillini saranno messi all'angolo, sono solo un movimento di protesta senza leader".

Dunque il Cavaliere che sta scontando, in camice bianco, la sua condanna definitiva ai servizi sociali presso il centro anziani di Cesano Boscone, e travolto dagli arresti Expò, e dei suoi amici Scajola e Dell'Utri, durante il suo intervento a "La telefonata di Belpietro", sulla scia del commento di un eurodeputato di cui non ha voluto rendere noto il nome, si è lanciato contro il non candidabile leader del M5S, dichiarando che: "Stanno allargando i cessi per Grillo al Parlamento Europeo".

Pubblicità
Pubblicità

Il leader di FI ha sottolineato come il M5S in Europa è considerato soltanto un movimento di distruzione e protesta senza reali capacità di cambiamento, e ha precisato che a Bruxelles hanno ribattezzato l'ex comico, "Adolf Grillo", con ideologia post comunista, facendo anche riferimento alle sue considerazioni riguardo al regolamento interno del M5S, e paragonandolo a una setta.

Tuttavia, nonostante gli attacchi della magistratura e le ultime rivelazioni dei complotti internazionali per eliminare l'ultimo premier italiano eletto dal popolo, le nuove discesa in campo di Berlusconi nella scena politica italiana sta raccogliendo le preferenze di voto di tutti i moderati di destra, e il Cavaliere ha concluso il suo intervento sottolineando che votare i partiti minoritari o il M5S, porterà pochi e incompetenti deputati al Parlamento Europeo che non conteranno nulla.

Pubblicità

#Silvio Berlusconi #Beppe Grillo