Siamo alla vigilia delle #Elezioni europee 2014, siamo tutti pronti ad esprimere le nostre preferenze politiche, ma come si vota? Ebbene sì, ad un solo giorno dal voto ancora molti si chiedono come effettuare la votazione domani. Cerchiamo quindi di dare alcune informazioni sulle elezioni di domani rispondendo alla vostra domanda.

Elezioni Europee 2014: come si vota?

Domani, domenica 25 maggio, dalle 7 alle 23 tutta Italia è chiamata ad esprimere il voto per il nuovo Parlamento Europeo. Se milioni di italiani poco informati si interrogano su quali partiti scegliere, altrettanti milioni ormai alla vigilia dell'elezione non sanno come si vota.

Pubblicità
Pubblicità

L'elettorato italiano del resto non è mai stato particolarmente agevolato nell'informazione, con i media intenti più a cercare lo scandalo e la notizia clamorosa del politico di turno anziché la spiegazione dei programmi politici e tutto ciò che conta davvero in casi come questo. Vediamo dunque come si vota domani per queste Elezioni Europee 2014.

Innanzitutto, diciamo che gli elettori dovranno presentarsi al seggio minuti di documento d'identità e tessera elettorale rilasciata dal comune di residenza. È inutile aggiungere che il voto è un diritto di ogni cittadino maggiorenne. Entriamo ora nello specifico: ci sono cinque circoscrizioni per queste votazioni, ciò significa che le schede che vi verranno presentate saranno di colore diverso a seconda della circoscrizione di appartenenza (Nord-Est, Nord-Ovest, Centro, Sud, Isole).

Pubblicità

Capire come si vota è semplicissimo, basta fare una X sul simbolo scelto e scrivere nell'apposito spazio di fianco al simbolo qual è il cognome del nostro candidato appartenente a quel simbolo (non è possibile scegliere il voto disgiunto, cioè fare la X su un simbolo e scrivere accanto il nome di un candidato di diverso partito). Nel caso si scegliessero tre candidati, uno dei tre deve essere un candidato di sesso diverso dagli altri due. Qualora invece si scegliessero tutte e tre i candidati dello stesso sesso, il terzo da noi scritto verrebbe eliminato.

Insomma, semplicissimo. Spiegato come si vota, rimane per gli italiani il dubbio su cosa votare. Grillo e il suo M5S o Renzi e il PD? E se puntassimo nuovamente sul ritorno del cavaliere Berlusconi? Oppure il nuovo che avanza con Tsipras? Beh, consigliamo di informarsi, per coloro che non l'hanno ancora fatto, sui programmi dei singoli partiti, almeno quelli che avranno il maggior numero di elettori (come quelli appena elencati)e fare una scelta coscienziosa e non dettata dal caso. Buon voto a tutti.