Oramai mancano pochi giorni al 25 maggio, l'Election Day previsto per le #Elezioni europee 2014. Mentre infiamma la campagna elettorale e i candidati dei maggiori partiti, Renzi, Grillo e Berlusconi, si sfidano e si scontrano in maniera frontale, ecco tutte le informazioni utili su come si vota, quando si vota in Italia e in Europa, e chi saranno i candidati.

Elezioni Europee 2014 Italia: quando si vota e come si vota

Per quanto riguarda l'Italia si voterà soltanto domenica 25 maggio e i seggi resteranno aperti dalle 7.00 del mattino fino alle 23.00. Non in tutti i paesi europei si vota nel medesimo giorno, infatti alcuni di essi hanno scelto altre date e le Elezioni Europee 2014 si svolgeranno a partire da giovedì 22 maggio.

Pubblicità
Pubblicità

Ovviamente, i risultati non potranno essere comunicati per non interferire nel voto dei paesi in cui si vota successivamente. Il 25 maggio rappresenta l'ultima data utile.

Ma come si vota per le Elezioni Europee 2014? Sulla scheda elettorale che verrà consegnata al cittadino elettorale saranno presenti tutti i simboli di tutti i partiti iscritti e ammessi alle Elezioni. Per votare sarà semplicissimo, basterà apporre la classica X sul simbolo del partito prescelto. È possibile inoltre inserire fino a tre preferenze nominali. Infatti accanto ad ogni simbolo vi saranno tre righe sulle quali sarà possibile esprimere le proprie preferenze che comunque non sono obbligatorie. Ricordiamo che la nuova normativa sulla parità di genere impone che le tre preferenze siano equamente distribuite tra candidati di entrambi i sessi, non potranno dunque essere espresse tre preferenze maschili o tre preferenze femminili.

Pubblicità

Come funziona la legge elettorale per le Elezioni Europee 2014? Il Parlamento Europeo è composto di 751 seggi e l'Italia ne avrà 73. La legge elettorale prevede in Italia una soglia di sbarramento del 4% che rappresenta la soglia minima per ottenere almeno un seggio in Parlamento e segue il meccanismo proporzionale, il che vuol dire che in base alla percentuale ottenuta dai songoli partiti verranno distribuiti i seggi..

Per le Elezioni Europee 2014 l'Italia è stata divisa in cinque circoscrizioni che rappresentano grossomodo delle macroregioni in cui può essere diviso il nostro paese. Ad ogni circoscrizione corrisponde un numero di seggi disponibile, ecco quali sono:

  • Nord-Est con 14 seggi disponibili
  • Nord-Ovest con 20 seggi disponibili
  • Centro con 14 seggi disponibili
  • Sud con 17 seggi disponibili
  • Isole con 8 seggi disponibili

Elezioni Europee 2014: i candidati alla Presidenza della Commissione Europea

Una delle novità più importanti delle Elezioni Europee 2014 riguarda la possibilità di eleggere colui che diverrà il Presidente della Commissione Europea, il quale però dovrà confermare la propria elezione ottenendo la maggioranza assoluta dei voti in Parlamento, cioè la metà più uno dei seggi e dunque 376 voti.

Pubblicità

Ecco chi sono i candidati alla Presidenza della Commissione per le Elezioni Europee 2014:

  • Martin Schulz del PSE, il Partito Socialista Europeo, al quale andranno i voti del PD di Renzi
  • Jean Claude Juncker del PPE, il Partito Popolare Europeo, al quale andranno i voti di FI di Berlusconi e del NCD-UDC di Alfano
  • Alexis Tsipras, candidato della sinistra europea, a cui andranno i voti della lista L'Altra Europa con Tsipras
  • Guy Verhofstadt, candidato per l'ALDE, l'alleanza dei liberali democratici, a cui andranno i voti di Scelta Europea (i montiani, per intenderci)
  • Josè Bovè e Ska Keller sono i candidati per i Verdi Europei