Le #Elezioni europee si avvicinano e dunque occorre informare su questo importante appuntamento per l'Italia e tutta l'#Unione Europea. Vediamo in questo articolo la data delle elezioni, il metodo di voto e altri elementi utili e curiosità.

Le regole per le elezioni europee sono diverse nei 28 Paesi membri dell'Unione Europea, così come la data: se in Italia si voterà domenica 25 maggio 2014, in altri Stati invece le date sono differenti. Ad esempio in Olanda si vota il 22 maggio come in Gran Bretagna, il 23 maggio si vota in Irlanda e Repubblica Ceca, il 24 maggio si vota ancora in Rep. Ceca e in Lettonia, Slovacchia e Malta, mentre il 25 maggio tocca appunto all'Italia e a tutti gli altri Paesi.

Pubblicità
Pubblicità

Gli eletti al Parlamento Europeo saranno 751 e all'Italia spettano 73 europarlamentari come alla Gran Bretagna, di più solo la Francia con 74 e la Germania con 90: la ripartizione è in base alla popolazione di ogni singolo Stato.

In Italia il metodo di voto per le elezioni europee è il proporzionale puro con soglia di sbarramento al 4% -la più vecchia legge elettorale d'Europa essendo del 1979- ed il Paese è diviso in cinque macro-circoscrizioni elettorali, ovvero Nord-Ovest, Nord-Est, Centro, Sud, Isole, che eleggono un numero di rappresentanti al Parlamento Europeo in base alla popolazione. In 14 altri Paesi dell'Unione Europea non c'è sbarramento, in 12 c'è tra l'1,8% ed il 5%.

Per poter votare alle Europee l'età minima è 18 anni, mentre l'età minima per candidarsi al Parlamento Europeo in Italia è 25 anni, la stessa che per candidarsi alla Camera dei Deputati e votare per il Senato della Repubblica: solo in Grecia l'età è così alta, mentre in Romania l'età minima per candidarsi alle elezioni europee è 23 anni, in Irlanda, Lituania, Lettonia, Polonia, Slovacchia, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia è 21 anni, negli altri Stati è di 18 anni.

Pubblicità