Se da un lato impazza la campagna elettorale e la propaganda si fa sempre più martellante, dall'altro non tutti gli italiani hanno le idee chiare sulle #Elezioni europee 2014. Nella maggior parte dell'elettorato resistono infatti dubbi sulla data, cioè quando si svolgeranno le operazioni di voto, e su cosa si elegge.

A seguire, oltre a dare una risposta alle suddette domande, scioglieremo anche i dubbi sulla legge elettorale, su chi ha il diritto di votare e su quali sono le regole della campagna elettorale per le elezioni europee 2014.

Elezioni Europee 2014, quando si vota e cosa si elegge

Il giorno delle elezioni, ecco data e orario. Tutti i paesi membri dell'#Unione Europea sono chiamati alle urne nell'arco di tempo che va dal 22 al 25 maggio.

Pubblicità
Pubblicità

Le operazioni di voto per le elezioni Europee 2014 in Italia si svolgeranno in un solo giorno e cioè domenica 25 maggio. Si voterà dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Per esprimere la propria preferenza quindi, diversamente dal solito, gli elettori italiani non potranno recarsi alle urne il lunedì mattina.

Elezioni Europee 2014, cosa si elegge. Nei giorni sopraindicati gli elettori non solo italiani saranno chiamati a eleggere gli europarlamentari e cioè i rappresentati dei singoli stati membri al Parlamento Europeo. I seggi da assegnare in seno all'europarlamento sono in totale 750 mentre gli elettori italiani ne assegnano 73.

Europee 2014 Italia, legge elettorale e chi ha diritto di voto

Legge elettorale e preferenze. Si voterà con una legge elettorale proporzionale che permette di esprimere la propria preferenza attraverso il voto al singolo candidato.

Pubblicità

Le circoscrizioni in cui sarà divisa l'Italia sono cinque (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Sud, Isole) e ciascuna di esse eleggerà, in proporzione al numero degli abitanti come da ultimo censimento, una parte dei 73 seggi italiani.

Il diritto di voto per le elezioni europee 2014 Italia spetta a tutti i cittadini che hanno compiuto il 18esimo anno di età e sono iscritti nelle liste elettorali. Possono votare in Italia anche i cittadini di altri Paesi membri Ue iscritti nell'apposita lista elettorale del comune italiano di residenza.

Campagna elettorale elezioni europee 2014 Italia, le regole

Ecco alcune regole da rispettate durante la campagna elettorale per garantire a tutti gli elettori la serena espressione del diritto di voto. La campagna elettorale inizia ufficialmente 30 giorni prima della data di voto. A tutti i soggetti politici che concorrono alle elezioni deve essere garantito un equo accesso ai mezzi d'informazione. Quanto ai manifesti elettorali, ogni comune destina all'affissione degli stessi appositi spazi(conseguentemente quelli affissi fuori sono abusivi!).

Pubblicità

Un'altra regola interessante riguarda il divieto di pubblicare i risultati di sondaggi politici ed elettorali nei 15 giorni che precedono le elezioni, mentre nel giorno precedente e in quelli stabiliti per il voto sono vietati anche i comizi in luoghi pubblici e l'affissione dei manifesti elettorali.