Mancano ormai pochi giorni alle Europee 2014, elezioni che hanno visto una campagna elettorale tutta all'italiana, caratterizzata da colpi bassi e insulti anche pesanti, da parte del leader del M5S, Beppe Grillo, del leader di FI, Silvio Berlusconi, e del Presidente del Consiglio, #Matteo Renzi: quest'ultimo, nel pieno della sua campagna elettorale, durante un'intervista a Radio 24 ha voluto precisare che il bonus di 80 euro è una misura che resterà per sempre.

Ma non finisce qui: il premier Renzi ha anche dichiarato che entro la fine dell'anno, il bonus Irpef sarà esteso anche ai pensionati, disoccupati e alle partite Iva, e in vista delle Elezioni Europee, l'esecutivo tecnico si è mostrato compatto e unito, rilanciando nuove misure anti crisi.

Pubblicità
Pubblicità

Tra le prime mosse quella del ministro del lavoro Poletti, il quale ha proposto la pensione anticipata per gli over 60.

Questa nuova misura permetterebbe agli over 60 disoccupati, di poter andare in pensione, attraverso la realizzazione di un "ponte", che possa consentire di accedere in modo più veloce all'assegno pensionistico "un anno, un anno e mezzo prima", attraverso la nuova proposta pensionistica flessibile e indispensabile per gli esodati rimasti fuori dalla riforma Fornero.

Durante l'intervista al Messaggero il Ministro ha dichiarato che per contenere la disoccupazione degli over 50 espulsi dal mondo del lavoro stanno proponendo una misura che prevede aiuti e sgravi fiscali alle aziende che assumeranno disoccupati over 50, mentre per la disoccupazione giovanile, Poletti ha dichiarato che il programma "Garanzia giovani" in pochi giorni è arrivato a circa 40 mila iscrizioni.

Pubblicità

Quest'ultima misura è stata realizzata per permettere ai giovani disoccupati, arrivati alla soglia del 40%, di fare esperienza e percepire una piccola retribuzione attraverso contratti di lavoro, di apprendistato, di formazione, e di servizio civile, con almeno 6 mesi di stage. #Pensioni