Si continua a votare in questa domenica europea e iniziano ad arrivare gli Exit poll da tutto il continente. L'affluenza alle urne contro le aspettative e in rialzo in tutti i paesi dell'Unione e gli euro scettici che dopo gli Exit poll olandesi sembrava in caduta libera ora puntano a dominare l'Ue.

Italia tocca il 42% dell'affluenza

Nel nostro paese è stata registrata alla seconda rilevazione, quella delle 19, un'affluenza pari al quarantadue per cento dei quarantanove milioni di aventi diritto al voto. Purtroppo essendo il voto programmato in una sola giornata non si è ancora riusciti a stendere i primi Exit poll e si cerca di interpretarli tramite le reazioni post voto degli elettori sui social.

Pubblicità
Pubblicità

In Francia domina Marine Le Pen

Nel resto d'Europa la prima sorpresa è quella della Francia che fino alle 19 aveva fatto registrare un affluenza del trentacinque per cento e vede il partito anti-europeistico di Marine Le Pen, il 'Front National', diretto verso l'affermazione come primo partito della nazione con gli Exit poll che lo vedono al 25%, sorpassando l'Ump, unione per il movimento popolare, e il partito socialista del presidente Hollande che chiuderebbe al 14%.

La Germania e della Merkel

Nella Germania della cancelliera Merkel si prospetta un affluenza a chiusura urne del quarantatré per cento. Gli Exit poll danno per certa una schiacciante vittoria della Merkel sugli avversari politici confermando il suo trentasei per cento, a seguire l'Spd, il partito socialdemocratico, che si aggira sul ventisette per cento.

Pubblicità

Arriva anche la conferma del disappunto che serpeggia in quel di Berlino con la riconferma come terza forza degli antieuropeisti dell'Alternaive Fuer Deutschland. La grave sconfitta è quella che subirebbero i liberali per i quali non si prospetta che un misero tre per cento.

In Grecia avanza Tsipras

La Grecia si mostra, invece, desiderosa di affidarsi alla lista Tsipras che secondo i primi Exit poll registra circa il trenta per cento delle preferenze. Sembra destinato a piazzarsi seconda, a poco dalla lista Tsipras, la fazione di centro destra del Nea Dimokratia. #Elezioni politiche #Unione Europea #Elezioni europee