Le Elezioni Europee 2014 hanno incoronato il Pd di Renzi primo partito con il 40% dei consensi e hanno mostrato il flop del M5S al 21%, e il crollo di Forza Italia al 17%, ma hanno anche scatenato una significativa e importante rinascita della Lega Nord di Matteo Salvini, diventato il quarto partito al 7%, e all'opposizione del terzo governo tecnico Renzi stanno arrivando le prime alleanze per la formazione di un nuovo Centro Destra.

I risultati elettorali sono stati un vero terremoto per la scena politica nazionale ma anche europea che ha visto il trionfo e l'avanzata dei partiti di destra euroscettici, e dopo la sfida di ieri lanciata in diretta televisiva dal leader della Lega Nord, per un'alleanza con Forza Italia e la creazione di un nuovo Centro Destra, in queste ultime ore #Silvio Berlusconi e Toti hanno detto Sì al Referendum di Matteo Salvini per l'abolizione della riforma Fornero.

Pubblicità
Pubblicità

Il forzista Toti ha dichiarato di aver incontrato il segretario federale e di aver accettato di firmare alcuni referendum proposti dalla Lega Nord, annunciando che la raccolta firme inizierà nei prossimi giorni: "Ricominciamo dal Nord Italia dove c'è il mondo dell'impresa, degli artigiani, dei commercianti che hanno patito questa crisi e che il governo Renzi non ha dato francamente alcuna risposta. Di lì ricominciamo a riconquistare i nostri elettori".

Ma non finisce qui, dopo essere stato definito il recordman di preferenze Europee 2014, il leader della Lega Nord, in partenza all'aeroporto per incontrare Marine Le Pen, avrebbe avuto un lungo e interessante incontro anche con il leader del M5S, #Beppe Grillo, che dopo la clamorosa sconfitta e dopo essersi preso un Maalox insieme a Casaleggio, secondo le fonti del Tgcom 24, potrebbe decidere di allearsi con Matteo Salvini.

Pubblicità

#Elezioni politiche