Continua incessante la campagna elettorale per le #Elezioni europee 2014 e anche il botta e risposta a colpi di annunci stampa tra il leader del M5S, #Beppe Grillo, e il leader di FI, #Silvio Berlusconi. Questa volta l'ex comico, a tre giorni dal voto europeo, è entrato a Montecitorio, dove insieme al gruppo del M5S ha dato il via al "Restitution day" consegnando l'assegno del taglio delle indennità dei grillini, destinati a un fondo per le piccole e medie imprese in difficoltà.

L'ex comico, soddisfatto della sua performance durante la partecipazione esclusiva a Porta a Porta da Bruno Vespa, ha replicato alle forti accuse che gli sono arrivate da parte del leader di Berlusconi, il quale l'ha accusato di essere un assassino pregiudicato e un evasore, e ha voluto precisare di non essere una persona violenta e pericolosa, ma di essere solo emotivo: "Mente loro sono privi di emozioni, gli onorevoli del nulla".

Pubblicità
Pubblicità

Il leader-guru del M5S, dopo aver precisato di non essere solo insulti, grida e disfattismo post ideologia, ha sferrato l'ultima stoccata verso il leader di FI, dichiarando di volersi sottoporre a una seduta spiritica per parlare a Silvio Berlusconi attraverso il medium, in quanto le sue voci sono dell'aldilà: " Lui che mi dà dell'evasore è fantastico. Pover'uomo, ormai si vede proprio che non crede più a quello che dice".

Il Beppe nazionale, assediato dai giornalisti, gli stessi che vorrebbe mandare alla gogna attraverso processi pubblici sul web, ha dichiarato di essere la prima forza politica dell'Italia e che vincerà le Europee con il 60% dei consensi, e ha precisato che in caso di vittoria sarà pronto a governare e chiederà le dimissioni di Giorgio Napolitano: "Senza sostegno politico e sociale sia il Capo dello Stato sia il terzo governo tecnico Renzi saranno delegittimati dai loro incarichi Istituzionali".

Pubblicità