Non si risparmia un momento Grillo. Partecipando all'assemblea dei soci di MPS ne ha avute per tutti, a cominciare dalla legge elettorale che dice essere una sorta di sbarramento per il M5S, legge che vogliono i "figli di troika" con il benestare del Presidente Napolitano non eletto da nessuno. Il Grillo pensiero che si ripete e rileva le tante ostruzioni per non far avere voce in capitolo al Movimento 5 Stelle in parlamento e nelle sedi istituzionali.

Continua poi sulle prossime elezioni europee, ripetendo quello che ha detto anche qualche giorno fa, se il M5S sarà il primo partito, dice Grillo, si andrà a elezioni anticipate, non c'è dubbio che la situazione per il governo Renzi sia tutt'altro che positiva, considerando che il PD negli ultimi sondaggi è dato in flessione di qualche punto, mentre lo stesso M5S sembra abbia recuperato ed è in crescita costante, queste europee forse saranno contese tra PD e M5S.

Pubblicità
Pubblicità

Una vittoria del M5S dice Grillo, ci darà anche la forza e il peso politico per andare in Europa e trattare, si farà anche il referendum sull'Euro, saranno rivisti tutti i trattati che sono stati approvati dagli stessi politici che oggi chiedono il voto per le europee, le ha tuonate come sempre alla politica italiana, responsabile dell'attuale condizione economica del Paese. I sondaggi rispecchiano molto l'umore degli italiani: queste europee hanno il sapore della rivalsa.

Parlando di Renzi, ha detto che non ci si può fidare di un politico che fa il contrario di quello che dice, ricordando le sue parole "mai premier senza elezioni", e "non manderò a casa Letta", uno così secondo Grillo deve essere mandato a casa a calci in c...

Sparando anche qualche colpo sul "nanetto" Berlusconi, lo accusa di fare dei favori "all'ebetino di Firenze", come lo chiama Grillo, infine per cronisti lo slogan preferito "loro sono morti e voi siete i medium".

Pubblicità

#Elezioni politiche #Beppe Grillo