In Italia le regole non si riescono proprio a rispettare. E così adesso escono pure i sondaggi clandestini: di che si tratta?

I sondaggi clandestini sono sondaggi di stampo elettorale, pubblicati in periodo di par-condicio (periodo in cui è vietata la diffusione degli stessi) ma che non sono sottoposti a sanzioni perchè pubblicati tramite un curioso escamotage. In questi sondaggi, infatti, i nomi dei politici non sono esplicitamente indicati, bensì sono sostituiti da nomi fittizi (solitamente, nomi di cavalli) che però lasciano ben intendere il risultato della ricerca. Un esempio? "Veniamo alla corsa che abbiamo potuto vedere dal solito televisore di fortuna.

Pubblicità
Pubblicità

Fan Faròn riesce a portare Fan Idòle davanti a tutti al traguardo: il suo tempo di 31" rintuzza l'ultimo attacco del pentastellato Igor Brick, velocissimo nell'ultimo giro, e capace di chiudere in 29".

La tecnica è semplice e molto intuitiva: si riesce infatti molto in fretta a capire di chi si tratta. Ma proprio perchè non sono espliciti questi sondaggi possono tranquillamente essere divulgati. Eppure, non sono divulgati da organi di informazione standard (TV, giornali), bensì questi sondaggi girano solo via web. Ora vi chiederete: cosa c'è di strano? In fondo, "fatta la legge trovato l'inganno".

Il punto è che questi sondaggi stanno forse mandando nel panico qualche esponente di partito, uno su tutti Renzi: negli ultimi sondaggi è stato dato a volte sopra di 1-2 punti percentuali, a volte addirittura sotto Grillo, che così si è apprestato a diventare primo partito.

Pubblicità

I sondaggi clandestini non vedono certamente Renzi in una posizione irrecuperabile, ma certamente lo vedono in maniera differente da come lo vedevano i sondaggi ufficiali di qualche giorno fa, che lo attestavano a volte con stacchi di 7-8 punti da Grillo prima stabilmente secondo partito.

Perchè questo cambiamento radicale in così pochi giorni? Ai posteri l'ardua sentenza... #Beppe Grillo #Matteo Renzi #Elezioni europee