Chi sono i Cinque? I Cinque sono degli agenti cubani che hanno perso la loro libertà per tentare di proteggere la vita del popolo cubano: erano stati infiltrati dal governo di Cuba nel gruppo della mafia anti-castrista residente negli Stati Uniti, per prevenire gli attacchi terroristici che da anni hanno commessi contro la popolazione cubana, con migliaia di morti, feriti e danni.

I loro nomi sono Renè Gonzàlez, Fernàndo Gonzàlez, Antonio Guerrero, Gerardo Hernàndez e Ramòn Lavagnino, gli ultimi tre sono già stati condannati all'ergastolo con la accusa di spionaggio e cospirazione di primo grado, accuse totalmente infondate e non dimostrabili.

Pubblicità
Pubblicità

Il terzo evento a loro favore si terrà a Washington dal 4 all'11 giugno 2014, organizzato dal comitato per la libertà dei Cinque e promosso dall'Istituto per lo studio delle politiche (IPS), con l'approvazione di cinquanta organizzazioni di tutto il mondo, e riunirà durante i cinque giorni alte personalità di fama internazionale della politica, dello spettacolo, avvocati, ricercatori, personalità religiose ed accademici.

Si organizzeranno conferenze sull'inizio di una nuova era di relazioni fra Cuba e gli Stati Uniti, si farà una manifestazione  di fronte alla casa Bianca, visite al Campidoglio di Washington, al Congresso, e al Senato.

 Inoltre sarà organizzata una teleconferenza con Renè Gonzàlez e Fernàndo Gonzàlez gli unici due agenti liberati dopo quindici anni di detenzione.

Pubblicità

Si svolgerà anche un concerto con il gruppo di hip hop Dead Priz di fama internazionale che promuove il suo più recente CD Battle cry for Cuba on Zimbabwe (grido di battaglia per Cuba e lo Zimbabwe).

Questi cinque giorni a Washington dedicato alla solidarietà dei "Cinque eroi cubani" aprirà nuove porte alla riconciliazione fra i due popoli e servirà per inviare un messaggio umanitario a tutto il mondo a favore della liberazione dei tre agenti ancora in prigione degli Stati Uniti. #Esteri