Oggi vi presentiamo le intenzioni di voto Ipsos, che rappresentano gli ultimi #Sondaggi politici elettorali che Ballarò potrà presentare prima delle #Elezioni europee 2014, per cui gli italiani andranno al voto il 25 maggio.

Ricordiamo infatti che dal 10 maggio parte il divieto di diffusione di qualsiasi tipo di sondaggio elettorale o comunque di orientamento politico a mezzo stampa e tv. Andiamo finalmente a visionare i dati sulle ultime intenzioni di voto per le Elezioni Europee 2014, messe a confronto con quelle precedenti. E' interessante vedere novità su quali partiti, oltre agli scontati PD, M5S e Forza Italia,  hanno raggiunto o superato la soglia di sbarramento del 4%, condizione necessaria per entrare nel Parlamento Europeo.

Pubblicità
Pubblicità



Sondaggi Elezioni Europee 2014: Ipsos per Ballarò del 6 maggio, chi sale e chi scende rispetto ai dati del 29 aprile.

Il PD ancora in calo, viene stimato al 33,9%e perde mezzo punto. Sale ancora il M5S di Grillo anche se solo dello 0,2%, e viene indicato al 23,9%. Forza Italia conferma di aver concluso il lungo trend negativo ed è stimato al 19,4% (+0,1%).

Conferma sui dati nettamente sopra la soglia per l'alleanza Ncd-UdC-Ppe che è stimata al 6,1%, ancora in crescita dello 0,2%. Anche se in calo dello 0,1%, sorride anche la Lega Nord con il 5,0%.

La novità è il partito della Meloni, Fratelli d'Italia-An infatti, guadagna lo 0,2% e sale al 4,1%, risultato impensabile alla vigilia, anche se parliamo solo di sondaggi ovviamente. L'Altra Europa con Tsipras sale al 3,5% (+0,2%), dato non sufficiente per entrare nel Parlamento europeo.

Pubblicità

Fa peggio  Scelta Europea con Guy Verhostadt (Alde) che scende al 3,0% (-0,2%).

Resta alto il dato che somma indecisi e astenuti che raggiunge il 41,0%.

Considerazioni personali sugli ultimi sondaggi politici elettorali Ipsos per le Elezioni Europee 2014, presentati il 6 maggio dal talk show di Floris Ballarò.

Possiamo affermare oggettivamente che la trasmissione è tendenzialmente pendente a sinistra, così come storicamente anche le intenzioni di voto Ipsos? Valutando anche i dati di altri istituti sondaggistici, trovo il dato del PD sovrastimato e quello del Movimento 5 Stelle inferiore alla media e ancora di più rispetto al sentiment degli italiani che si respira nell'aria.

L'errore effettuato alle scorse Politiche potrebbe ripetersi, e se si parlerà ancora di gap del 7-8%, sorge il ragionevole dubbio che il M5S possa riuscire addirittura a giocarsela alla pari per queste Elezioni Europee con il Partito Democratico.

A voi le valutazioni e gli eventuali commenti.