"La sinistra come terza forza politica nel continente europeo". Sono queste le parole del carismatico leader greco Alexis Tsipras, pronunciate in occasione del tuor che lo sta portando in diverse città del Bel Paese (fino ad ora Torino e Milano).


Accolto in modo caloroso dai cittadini milanesi, ha tenuto un comizio elettorale in prossimità dell'Università degli Studi spronando a favorire il moto di protesta dei Paesi mediterranei, che per troppo tempo sono stati oggetto di politiche dedite all'austerità, nonché succubi di corruzione e cattiva amministrazione.


L'altra Europa può contare davvero


Tsipras usa l'appellativo di "altra Europa" per indicare quella parte dell'Unione europea su cui fino ad ora si sono caricati i maggiori sacrifici, necessari a pagare il prezzo della crisi. Il messaggio di cambiamento arriva da un Paese messo in ginocchio dalle politiche della Troika, pronto (secondo l'interessato) ad eleggere Syriza come principale forza politica nazionale.


Si mostra invece preoccupato per gli esiti delle #Elezioni europee in Italia, soprattutto a causa della frammentazione dei voti tra le numerose forze politiche presenti. L'obiettivo tutt'altro che nascosto del carismatico politico è di fare della sinistra la terza forza politica nell'UE, in modo che possa agire efficacemente da forza di contrasto contro i partiti di destra.


Alexis Tsipras, un leader carismatico


Tsipras (classe '74) è uno dei leader politici più giovani della Grecia, eppure ha già conquistato un ampio riconoscimento tra i propri cittadini. Laureato in ingegneria civile, negli anni '80 entra a far parte dei giovani comunisti greci.


Diviene in breve tempo un membro influente della sinistra greca, soprattutto grazie alla sua lotta radicale contro la globalizzazione e il movimento neoliberista. 
#Elezioni politiche