Ddl per la concessione di #amnistia e #indulto 2014 di nuovo nel calendario del lavori della commissione Giustizia del Senato della Repubblica nella nuova settimana parlamentare va da lunedì 23 a sabato 28 giugno. Arriveranno importanti novità anche sul fronte di indulto e amnistia dopo che il #Governo Renzi per decreto ha già concesso sconti di pena e risarcimenti in denaro per i detenuti?

Amnistia e indulto 2014: il 24, 25 e 26 giugno disegni di legge in commissione Giustizia al Senato

I disegni di legge per la concessione di amnistia e indulto 2014 tornano quindi d'attualità (il 24, 25 e 26 giugno) nel dibattito politico dopo il varo, da parte del Governo Renzi, del decreto legge - messo a punto dal ministro della Giustizia Andrea Orlando e dalla presidenza del consiglio dei ministri - che prevede sconti di pena e risarcimento in denaro ai detenuti che hanno presentato ricorso alla Corte di Strasburgo contro il sovraffollamento carceri.

Pubblicità
Pubblicità

In attesa che venga definitivamente approvata la riforma della custodia cautelare dopo l'entrata in vigore della nuova legge sulle pene alternative e la messa in prova ai servizi sociali. Ma è sul nuovo decreto svuota carceri del Governo Renzi, una sorta di indulto, che proseguono le polemiche politiche. Dopo la Lega Nord di Matteo Salvini e Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, critici nei confronti del provvedimento i Radicali italiani.

Amnistia e indulto, intervento dei Radicali sul decreto Renzi per sconti di pena e risarcimenti

"L'ammuina partitocratica italiana - scrive in una nota la segretaria dei Radicali italiani Rita Bernardini commentando il decreto Renzi che concede sconti di pena e risarcimenti in denaro ai detenuti - prevede da una parte la gazzarra fascio/leghista con urli e strepiti di Sappe, Lega e compagnia bella e, dall'altra, la fiacchezza democratica del Governo Renzi che, piuttosto che seguire la strada obbligata della concessione di amnistia e indulto per far cessare la tortura nelle carceri - aggiunge la leader radicale che da tempo si batte per indulto e amnistia - stabilisce il prezzo dei trattamenti inumani e degradanti con cifre da saldo: 8 euro al giorno - sottolinea Rita Bernardini commentando il decreto del Governo Renzi contro il sovraffollamento carceri - per ogni giorno di umiliazione e disumanità subite oppure, per chi sta ancora in carcere, un giorno di sconto di prigionia ogni 10 giorni".

Pubblicità

Amnistia e indulto, Papa Francesco in Calabria incontra i detenuti

E sui diritti dei detenuti è intervenuto ieri anche Papa Francesco durante la sua visita pastorale in Calabria. "Il tema del rispetto dei diritti fondamentali dell'uomo e l'esigenza di corrispondenti condizioni di espiazione della pena - ha detto Bergoglio rivolgendosi ai detenuti durante la sua visita nel carcere di Castrovillari (in provincia di Cosenza) - è certamente essenziale e l'attenzione in proposito deve rimanere sempre alta. Ma tale prospettiva - ha aggiunto Papa Francesco che nelle scorse settimane telefonò a Marco Pannella mentre scioperava per amnistia e indulto - non è ancora sufficiente se non è accompagnata e completata da un impegno concreto delle istituzioni in vista di un effettivo reinserimento nella società. Quando questa finalità viene trascurata - ha aggiunto Papa Francesco che del sovraffollamento carceri ha recentemente parlato in un colloquio con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che chiede indulto e amnistia - l'esecuzione della pena degrada a uno strumento di sola punizione e ritorsione sociale, a sua volta dannoso per l'individuo e per la società".

Pubblicità