Vediamo, di seguito, quali sono le posizioni dei partiti politici sull'argomento #indulto e #amnistia contenuto nel decreto sulla riforma della Giustizia.

In questi giorni è stato presentato in Commissione Giustizia da Ciro Falanga di Forza Italia il primo testo unificato sull'argomento in questione. All'interno di questo disegno di legge sono presenti le proposte per la concessione dell'indulto e dell'amnistia dei senatori Barani, Buemi, Compagna e Manconi che, insieme ad altri cofirmatari, auspicano che queste norme possano diventare legge.

È invece contrario a indulto e amnistia il M5S guidato da Beppe Grillo. I grillini hanno preso posizione dichiarando che 'in 25 giorni sono usciti dalle carceri 24 mafiosi grazie all'indulto mascherato voluto dal Partito Democratico.

Pubblicità
Pubblicità

A causa del decreto legge del 22 dicembre 2013 diversi mafiosi sono in libertà. È, invece, grazie al nostro intervento che abbiamo limitato i danni. Chiediamo al #Governo di comunicarci i nomi di queste 24 persone'.

Anche la Lega è contraria al decreto svuota carceri. Secondo il partito non si risolve il problema in questa maniera ma occorrerebbe la costruzione di nuovi penitenziari con l'impiego di quelli già esistenti non ancora utilizzati.

Il ministro Boschi ha evidenziato che il 30 giugno, in Consiglio dei Ministri, si discuterà della riforma della Giustizia con la quale saranno previsti degli sconti di pena per i reati minori, come piccoli spacci di droga, con risarcimenti ai detenuti che hanno subito delle condizioni carcerarie disumane.