Quella che sembrava ormai una certezza è saltata in pochi attimi. L'accordo a cui è arrivata oggi la maggioranza non prevede di destinare il bonus fiscale da 80 € anche alle famiglie numerose monoreddito. L'emendamento in questione era stato presentato dal Nuovo centro destra.

Nella giornata di martedì sembrava che sul punto si fosse raggiunto un accordo, che non risultava comunque indolore per le casse pubbliche (si parlava di diverse decine di milioni da destinare a copertura).

L'accordo salta, ma se ne riparlerà a fine anno

Non tutte le speranze sono perse. Nei prossimi mesi la maggioranza prevede di trovare delle risorse importanti da destinare alle famiglie numerose.

Pubblicità
Pubblicità

Se ne riparlerà in autunno, quando si comincerà a discutere la legge di Stabilità per il 2015.

In quel decreto il #Governo si è impegnato ad inserire il seguente articolo: "interventi di natura fiscale che privilegino, con misure appropriate, il carico di famiglia e, in particolare, le famiglie monoreddito con almeno due o più figli a carico".

La battaglia parlamentare e il no definitivo

Le dichiarazioni rese fino ad ora avevano lasciato ben sperare; a tutti gli effetti le famiglie numerose monoreddito sono quelle maggiormente esposte ai rischi di mercato, mentre non sempre le attuali forme di tassazione tengono in debito conto la distribuzione del carico familiare nell'imposizione fiscale.

Benché si fossero susseguite numerose dichiarazioni positive in tal senso, a metà mattinata era ormai certo che il bonus per le famiglie numerose sarebbe saltato.

Pubblicità

Resta la speranza per un intervento a riguardo nella prossima legge di stabilità. #Matteo Renzi #Irpef