"Pur di millantare meriti, non ha esitato a rivelare notizie riservate, mettendo a rischio il lavoro svolto dai magistrati e dalle forze dell'ordine".

Questo è quanto si legge nella mozione di sfiducia depositata oggi dal Movimento 5 Stelle nei confronti del Ministro degli Interni Angelino Alfano, con riferimento alla vicenda della svolta investigativa sul caso di Yara Gambirasio.

L'annuncio del ministro

Come si ricorderà, era stato lo stesso ministro ad annunciare con una conferenza stampa l'arresto di Massimo Bossetti, suscitando in questo modo l'irritazione della Procura di Bergamo che aveva ancora l'indagine in corso.

Pubblicità
Pubblicità

Nella stessa occasione, Alfano era inoltre incorso in una clamorosa svista indicando l'arrestato come "l'assassino di Yara", venendo meno alla presunzione d'innocenza prevista dall'ordinamento giudiziario italiano, cosa piuttosto grave se a compierla è addirittura il ministro dell'interno che di professione è anche avvocato.

Il gruppo parlamentare pentastellato chiede ora, con la mozione presentata con la prima firma del portavoce al Senato Lello Ciampolillo, di sfiduciare il ministro per "manifesta incapacità".

I precedenti di Alfano

La mozione di sfiducia non è una novità per il ministro Alfano, che già nell'estate scorsa era stato oggetto di un'analoga richiesta promossa sempre dal Movimento 5 Stelle con l'appoggio di Sinistra Ecologia e Libertà, in merito alla gestione della vicenda Shalabayeva.

Pubblicità

Più recentemente, il responsabile del Viminale ha dovuto fronteggiare la mozione di sfiducia presentata dalla Lega Nord per la gestione dell'operazione Mare Nostrum e, nello specifico, per l'aumento degli sbarchi di immigrati.

In entrambi i casi Alfano è uscito indenne dalla prova del voto, così come succederà anche questa volta, ma il succedersi delle richieste di sfiducia sulla stessa persona rischia di sollevare dei dubbi sull'idoneità a rivestire un ruolo istituzionale così importante.

A meno che non si tratti di un accanimento ad personam. #Governo #M5S