"Stiamo facendo un processo di riforme con un partito che rappresenta milioni di cittadini e che siede in Parlamento". Lo ha dichiarato il ministro per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi rispondendo alle critiche che il Partito democratico e il #Governo guidati dal premier #Matteo Renzi stanno facendo le riforme insieme al "pregiudicato" Silvio Berlusconi leader di Forza Italia.

Riforme, parla il ministro Boschi: 'Non andremo avanti a colpi di maggioranza'

Il ministro Boschi, parlando con i cronisti al termine di un incontro del Pd a Massa Marittima, ha spiegato che "sulle riforme è giusto che ci sia un consenso ampio, perchè il Partito democratico - ha aggiunto Maria Elena Boschi secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Ansa - non vuole andare avanti a colpi di maggioranza, nè sulla legge elettorale nè sulle riforme costituzionali".

Pubblicità
Pubblicità

Quindi la Boschi auspica il confronto con il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo e la Lega Nord di Matteo Salvini.

Riforme Governo Renzi, ministro Boschi: legge elettorale deve garantire governabilità a chi vince

Si può rimettere tutto in discussione, ma la nuova legge elettorale deve "garantire a chi vince - ha ribadito il ministro Boschi - la possibilità di portare avanti con stabilità i propri programmi". "Siamo contenti - ha poi aggiuntro Maria Elena Boschi in un'intervista a Sky Tg24 - di incontrare il Movimento 5 Stelle, ascolteremo le proposte. Ma serve rispetto - ha detto il ministro per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento del Governo Renzi - per il lavoro fatto dai deputati e dai senatori. La legge elettorale è stata approvata alla Camera e ieri è stato fatto un passo avanti positivo sulle riforme.

Pubblicità

Non si può ricominciare per ritardare questo processo. Intendiamo andare avanti con determinazione".

Riforme istituzionali e costituzionali, Forza Italia: non c'è accordo su Senato e Titolo V

"Abbiamo la proposta dei relatori, che quasi mai corrisponde al testo finale, e c`è tempo fino a mercoledì alle 12 per i subemendamenti", così Paolo Romani, capogruppo parlamentare di Forza Italia al #Senato della Repubblica, con un'intervista rilasciata alla Stampa smorza l'ottimismo con cui ieri sono state accolte dal Governo e dalla maggioranza le proposte di modifica alla riforma del Senato e del Titolo V. " E` una trattativa ancora tutta da fare. L'accordo politico - ha sottolineato Paolo Romani - ancora non è chiuso e negli emendamenti dei relatori ci sono vari punti per noi importanti che non sono compresi"