Eccoci nuovamente con l'appuntamento per mostrarvi le intenzioni di voto elettorali per le prossime #Elezioni politiche. I dati sono forniti dall'esito dei #Sondaggi politici condotti dall'istituto Piepoli il 18 giugno 2014, li metteremo a confronto con quelli della settimana scorsa.

Vediamo chi sale e chi scende tra i partiti, il conseguente effetto sulle coalizioni in proiezione su di una legge elettorale, l'Italicum, che potrebbe, prima di essere approvata al Senato, essere modificata nella soglia di sbarramento e nel livello del premio di maggioranza.

Sondaggi politici elettorali Piepoli del 18 giugno 2014: le intenzioni di voto attuali, a confronto con quelle del 10 giugno dello stesso istituto.

Pubblicità
Pubblicità

  • Partito Democratico (PD) 42,0%
  • Movimento 5 Stelle (#M5S) 21,5%
  • Forza Italia (FI) 16,0%
  • Lega Nord (Lega) 6,0%
  • Nuovo Centrodestra - Unione di Centro (NCD-UDC) 4,5%
  • Fratelli d'Italia - AN (FDI-AN) 3,5%
  • Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) 2,0%
  • Altri CDX 1,0%
  • Altri CSX 1,0%.

Totale coalizioni: Centrosinistra 45,0%; Centrodestra 31,0%; Movimento 5 Stelle 21,5%.

Il PD rimane stabile al 42,0%, stesso dato di circa una settimana fa. Continua la ripresa del M5S che arriva al 21,5% facendo registrare un +0.5% e 1 punto e mezzo in più, rispetto a fine maggio 2014.

Il dato di FI rimane invariato al 16,0%, ma con un -0.5% rispetto al 30 maggio. La Lega rimane stabile al 6,0% da 18 giorni ormai. Stesso discorso per FDI-AN fermo al 3,5%, mentre scende SEL al 2,0% (-0.5%).

Pubblicità

Per quanto riguarda le coalizioni, stabile il Centrodestra di Berlusconi, ancora in calo il Centrosinistra di Renzi, in crescita costante il Movimento 5 Stelle di Grillo. Inutile sottolineare che il CSX otterrebbe un ampio premio di maggioranza.

Per quanto concerne la soglia di sbarramento del 4,5%, viene raggiunta da NCD-UDC e ampiamente superata dalla Lega, che andrebbero con i loro deputati alla Camera, ad aggiungersi a quelli del PD, del M5S e di Forza Italia.