Il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha utilizzato Twitter per comunicare a tutti gli italiani la nuova riforma della Giustizia. Nello specifico sono state utilizzate alcune slides nelle quali sono indicati, nel dettaglio: nella prima, i sei punti sui quali verrà applicata la riforma; nella seconda, l'argomento delle controversie in tribunale; nella terza, i punti che servono per un processo più semplice e veloce; le rimanenti, invece, mettono in evidenza le proposte per raggiungere un processo più efficace.

Per quanto riguarda il decreto carceri, approvato il 28 giugno 2014 e nel quale si prevedono gli arresti domiciliari per i piccoli reati, con una pena inferiore ai tre anni, ci sono molte voci che auspicano un cambiamento delle norme recentemente approvate allo scopo di garantire una maggiore sicurezza ai cittadini.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda, invece, i provvedimenti relativi ad #amnistia e #indulto, Rita Bernardini, segretario dei Radicali italiani, continua lo sciopero della fame, iniziato una settimana fa per far sentire la sua voce e finalizzato a limitare o interrompere le morti nei penitenziari italiani. Bernardini vorrebbe applicare una sorta di amnistia e indulto che possa tenere in considerazione tutti quei detenuti che, nonostante siano incapaci di intendere e volere, continuano a rimanere in carcere.

Si discute, infatti, sulla revoca del cosiddetto 41-bis, la legge per il carcere duro a cui sono sottoposti i boss mafiosi. Tutto è stato rimandato al 3 ottobre, quando si deciderà come comportarsi per il futuro dei detenuti ai quali è stato applicato questo regime carcerario. Appare evidente che le riforme che dovranno cambiare radicalmente la giustizia saranno discusse ed eventualmente approvate dopo la pausa estiva.

Pubblicità

Nel frattempo, sono state approvate solamente alcuni provvedimenti, come, ad esempio, quelli contenuti nel decreto carceri.

Secondo voi, è opportuno che il governo Renzi aspetti l'autunno per riformare radicalmente la giustizia oppure bisognerebbe approvare la nuova normativa nel più breve tempo possibile? #Matteo Renzi