Sconti di pena e risarcimenti in denaro per le persone detenute in condizioni inumane e degradanti a causa del sovraffollamento carceri, mentre si resta in attesa di capire quale sarà il destino dei disegni di legge per la concessione di #amnistia e #indulto 2014. Ecco i modelli per fare la richiesta della riduzione della pena del 10% e dei risarcimenti in denaro.

Amnistia e indulto 2014, svuota carceri Governo Renzi: punto della situazione e modelli per sconti pena e risarcimenti

Sono stati messi a disposizione sul sito web ufficiale dell'associazione Antigone - www.osservatorioantigone.it - e nelle carceri italiane i modelli per poter richiedere il condono del 10% della pena carceraria del o il risarcimento in denaro nella misura di 8 euro per ogni giorno trascorso in carcere in condizioni inumane e degradanti a causa del sovraffollamento carceri contro il quale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha chiesto a più riprese l'approvazione di leggi straordinarie di clemenza ad efficacia retroattiva previste dalla Costituzione, cioè amnistia e indulto.

Pubblicità
Pubblicità

I modelli per la richiesta delle riduzioni delle pene o dei risarcimenti in denaro introdotti dal decreto del #Governo Renzi per i detenuti hanno subito un trattamento inumano e degradante ai sensi dell'art. 3 della Convenzione europea dei diritti umani, poiché costretti a vivere in una cella con meno di tre tre metri quadri, vengono diffusi dall'associazione Antigone proprio mentre in commissione Giustizia al Senato della Repubblica prosegue l'esame del ddl di conversione del cosiddetto decreto svuota carceri predisposto dal ministro della Giustizia Andrea Orlando. "Abbiamo predisposto dei modelli di ricorso - ha dichiarato il presidente nazionale di Antigone Patrizio Gonnella - consapevoli che non tutti in carcere hanno gli strumenti, in primo luogo economici, per attivare i loro diritti".

Pubblicità

Prima dell'entrata in vigore del decreto Renzi - Orlando in favore dei detenuti, che però adesso dovrà essere convertito in legge pena la decadenza, ci si rivolgeva per il ricorso direttamente alla Corte di Strasburgo mentre ora, con diversi modelli di richiesta, si può percorrere la via giurisdizionale interna.

Carceri, amnistia e indulto 2014: studio Il Sole 24 Ore

Intanto, a proposito di sovraffollamento, svuota carceri, amnistia e indulto 2014 "lo studio commissionato da Il Sole 24 - ha dichiarato il capogruppo del Pd in commissione Giustizia alla Camera Walter Verini - conferma che le misure alternative al carcere che il Pd sostiene con convinzione - ha aggiunto riferendosi alla legge sulle pene alternative e al decreto svuota carceri o 'indulto mascherato' - sono la giusta via per garantire il reinserimento dei detenuti e, al contempo, la sicurezza di tutta la collettività". Il capogruppo del Partito democratico in commissione Giustizia a Montecitorio Walter Verini - commentando l`analisi del rapporto presentato al corso di formazione dei giornalisti a Pescara che registra il 17 percento di recidiva nei casi di detenuti sottoposti a pene alternative contro il 67 percento tra detenuti che scontano la detenzione in carcere - ha sottolineato che "i recenti provvedimenti voluti dal Governo Renzi e dal Parlamento privilegiano la decarcerizzazione dei condannati per reati a bassa pericolosità sociale".

Pubblicità

Nel frattempo, prosegue in queste ore in commissione Giustizia al Senato, presieduta da Francesco Nitto Palma, l'esame del ddl di conversione del decreto anti sovraffollamento carceri; sarà con molta probabilità rinviata, quindi, la discussione dei ddl per amnistia e indulto 2014.