Si dimette a sorpresa, con un tweet, il ministro degli Esteri dell'Inghilterra, William Hague. Le sue dimissioni arrivano sul social network Twitter dopo quattro anni alla guida del Foreign Office. Il suo posto sarà preso da colui che attualmente ricopre il titolo di titolare della Difesa, Philip Hammond che è ancora più euroscettico di Hague. In vista delle elezioni di maggio 2015, Cameron sta effettuando avvicendamento e un rimpasto di governo. Alla Difesa andrà invece Michael Fallon. Ma altre postazioni cambiano. Il nuovo ministro dell'ambiente, agricoltura e alimentazione sarà infatti Liz Truss che prenderà il posto di Paterson. A prendere un altro incarico è anche Nicky Morgan che sarà titolare della pari opportunità ma anche ministro dell'istruzione.

Pubblicità
Pubblicità

I nuovi incarichi e i progetti di Hague

Hauge dopo le dimissioni comunica che ricoprirà un altro ruolo quello di leader nella Camera dei Comuni in cui sarà pronto a coordinare le attività dell'esecutivo. Poi comunica anche che il prossimo anno lascerà completamente la politica nazionale per dedicarsi a fare l'inviato speciale per porre fine alle violenze sessuali. Afferma anche che cambiare nella politica è giusto e legittimo e che dopo 26 anni anche per lui è giusto andare avanti.

Il commento e gli elogi di Cameron

Cameron commenta subito le dimissioni. Egli definisce Hague come non solo il faro del partito conservatore ma guidando anche e dando il meglio di se in ben due governi. Un confidente fidato oltre che un eccellente ministro degli Esteri. Poi aggiunge il premier britannico che Hague manterrà l'incarico di primo segretario di Stato e che nelle prossime elezioni sarà il suo vice.

Pubblicità

Hague dal canto suo si definisce soddisfatto e contento del suo operato e felice di restare come presidente nella Camera dei Comuni. Le sue dimissioni sono state precedute dalle dimissioni di Clarke. Queste uscite di scene sono praticamente il sigillo della volontà di Cameron di cambiare e rinnovare l'immagine dello Stato e quella dei Tory. #Elezioni politiche