"La riforma dell'assetto parlamentare non è meno importante delle riforme del mercato del lavoro e della spesa pubblica". Questa è solo una delle importanti dichiarazioni di Giorgio Napolitano alla cerimonia del Ventaglio al Quirinale.

Che ci sia un bisogno urgente di riforme in Italia, su diversi ed importanti fronti, è ormai una cosa nota a tutti. Quando, però, a sottolinearlo è il Presidente della Repubblica, le parole prendono una piega sicuramente diversa. Napolitano, parlando delle riforme istituzionali, ha voluto ricordare a tutti i presenti, che l'impegno sulle riforme necessarie a risollevare il nostro Paese è centrale per il #Governo Renzi.

Pubblicità
Pubblicità

È un impegno in cui ha creduto lo stesso Parlamento quando nel maggio del 2013 si espresse a grande maggioranza, potremmo dire quasi schiacciante, a favore del nuovo Presidente del Consiglio.

Ma non finisce qui! Giorgio Napolitano ha sottolineato nuovamente, che la priorità nelle riforme è data dalla crescita occupazionale, soprattutto quella giovanile. Al contrario, però, non ha lasciato molto spazio a pensieri positivi, sottolineando come, ancora oggi, la ripresa per l'Italia e l'Europa sia molto incerta e legata a riforme strutturali.

Nonostante questo, cerca di spingere verso una soluzione, un accordo che possa portare dei cambiamenti positivi, cercando il più possibile di evitare che si cada nuovamente in un niente di fatto. Su una cosa, però, il Presidente Napolitano ha voluto tranquillizzare tutti.

Pubblicità

Ovvero, sul fatto che la discussione sulle riforme è stata libera, estremamente articolata e, soprattutto, fatta senza alcuna fretta, ben pensata.

La paura di molti italiani, però, coincide con le stesse preoccupazioni di Napolitano: che non si riesca ad andare avanti, che ci si perda nuovamente in lungaggini burocratiche che rischiano di dare delle minime soluzioni, quando però, ormai, è troppo tardi. In molti cittadini, inoltre, risiede divergenza di pensiero su quelle che sono le priorità nel nostro Paese. Si mette in cima alle cose da fare la riforma del lavoro, ma poi si finisce per ascoltare solo notizie sulla riforma del Senato. Una delle cose certe, su cui gli italiani concorderanno con Napolitano è che c'è urgenza di concretezza per risollevare il Paese e ridare speranza a tutti gli italiani. #Elezioni politiche #Matteo Renzi