Quella tra mercoledì 30 luglio e giovedì 31 luglio è la notte della due donne più giovani del #Governo Renzi: segnato da due sedute parlamentari notturne che si svolgono in contemporanea tra aspre polemiche e duri scontri politici il cammino del testo di riforma costituzionale del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi e del decreto di riforma della Pa e #Pensioni 2014 del ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia. Le due ministre più giovani di questo esecutivo 3.0, entrambe giovani belle, brave e promettenti del Partito democratico che il premier Matteo Renzi ha voluto al suo fianco per portare avanti il tortuoso iter legislativo di due importanti riforme passeranno una notte al cardiopalma per fare attenzione alle riforme.

Pubblicità
Pubblicità

Ecco le ultime notizie dalla Camera dei Deputati e dal #Senato della Repubblica sui lavori in corso e il punto della situazione su riforma costituzionale e del Senato, riforma Pa e pensioni 2014 del Governo Renzi.

Riforme costituzionali, seduta notturna al Senato per la riforma Renzi - Boschi

L'Aula del Senato della Repubblica, dopo un'interruzione fra le polemiche, ha ripreso l'esame e il voto degli emendamenti al testo di riforme costituzionali del Governo Renzi che porta la firma del ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi. La seduta d'Aula a Palazzo Madama prosegue fino alle ore 24 di mercoledì 30 luglio. Alla ripresa della seduta i senatori del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo hanno notato e denunciato alcuni "pianisti": in particolare in due banchi erano presenti le tessere parlamentari per votare ma non c'erano i senatori titolari e votavano al loro posto altri colleghi.

Pubblicità

Il presidente del Senato Pietro Grasso ha dunque fatto ritirare le tessere bloccate con palline di carta e ha preannunciato sanzioni che saranno disposte da parte dell'ufficio di presidenza di Palazzo Madama.

Riforma Pa e pensioni 2014, seduta notturna alla Camera per la riforma Madia - Renzi

Sono in corso in queste ore nell'Aula della Camera dei Deputati presieduta da Laura Boldrini le dichiarazioni di voto sulla fiducia posta dal Governo Renzi al decreto legge di riforma della Pubblica amministrazione che porta la firma del ministro della Pa e della Semplificazione Marianna Madia. La votazione del dl di riforma Pa Renzi - Madia è in programma, secondo quanto stabilito dalla conferenza dei capigruppo della Camera dei Deputati, nella seduta notturna compresa tra mercoledì 30 luglio e giovedì 31 luglio 2014. La riforma Pa del Governo Renzi, grazie ad alcune misure iniziali predisposte dal ministro Madia e alle successive modifiche con gli emendamenti approvati in commissione Affari costituzionali e Bilancio della Camera dei Deputati, interviene anche come una sorta di riforma pensioni che corregge gli "errori" della legge Fornero sulle pensioni: in particolare per quanto riguarda la pensione anticipata a lavoratori precoci o sottoposti a lavori pesanti e usuranti, il prepensionamento statali, la salvaguardia degli insegnanti Quota 96 scuola i quali, insieme a tutti gli altri lavoratori esodati, sono stati tra i più penalizzati della precedente riforma pensioni del Governo Monti che fu annunciata in lacrime dall'ex ministro del Lavoro e delle Politiche socialiElsa Fornero.

Pubblicità