Grande attesa in commissione Giustizia al Senato della Repubblica - dove restano all'ordine del giorno i disegni di legge per la concessione di #amnistia e #indulto 2014 - per la nuova audizione del guardasigilli Andrea Orlando che giovedì 7 agosto farà il punto della situazione sulla riforma della giustizia del #Governo Renzi e illustrerà i nuovi dati sul sovraffollamento carceri alla luce dei recenti provvedimenti approvati: dalla legge sulle pene alternative al carcere e la messa in prova ai servizi sociali al cosiddetto decreto svuota carceri che prevede sconti di pena e risarcimenti per i detenuti. Tutti provvedimenti sui quali si è registrata la dura protesta del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo e della Lega Nord di Matteo Salvini che annunciano battaglia pure sui ddl per indulto e amnistia 2014.

Pubblicità
Pubblicità

Intanto si fa sentire la voce degli agenti di Polizia penitenziaria.

Riforma giustizia, carceri, amnistia e indulto 2014: il 7 agosto Orlando al Senato

"Auspichiamo che l'annuncio del ministro della Giustizia Andrea Orlando sulla prossima nomina del Capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria - ha dichiarato in un comunicato stampa il segretario nazionale dell'Ugl Polizia Penitenziaria Giuseppe Moretti - si concretizzi quanto prima e che il sostituto di Giovanni Tamburino sia in grado di affrontare la sfida immane che lo attende, che è quella - ha sottolineato il dirigente sindacale - restituire serenità lavorativa al personale di Polizia Penitenziaria, oggi abbandonato a se stesso". "Purtroppo - ha aggiunto il segretario nazionale dell'Ugl Penitenziaria - le misure approvate in questi giorni, anche rispetto al potenziamento dell'organico, non sono né esaustive né adeguate - ha sottolineato il sindacalista Giuseppe Moretti - ad affrontare l'emergenza derivante dalle disastrate condizioni strutturali e strumentali della quasi totalità delle carceri italiane".

Pubblicità

"Dopo il via libera al decreto carceri e dopo la sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo - ha dichiarato in un comunicato stampa il segretario nazionale del Sappe Donato Capece - adesso l'attenzione del Governo Renzi si concentri sul lavoro per la Polizia penitenziaria. Servono risorse e uomini; apprezziamo - ha aggiunto il segretario del Sindacato autonomo di Polizia penitenziaria - il lavoro del ministro della Giustizia che dal suo insediamento - ha detto il sindacalista - ha fatto molto di più dei suoi predecessori''. Né l'Ugl Penitenziaria né il Sappe si sono ancora ufficialmente espressi su disegni di legge per la concessione di amnistia e indulto 2014 contro il sovraffollamento carceri il cui esame prosegue in commissione Giustizia al Senato della Repubblica dove giovedì 7 agosto è attesa la nuova audizione sulla riforma della giustizia del Governo Renzi del guardasigilli Orlando. Il ministro della Giustizia sarà probabilmente chiamato da diversi senatori ad esprimersi di nuovo sui ddl per la concessione di indulto e amnistia presentati a Palazzo Madama dai senatori Luigi Manconi, Enrico Buemi, Luigi Compagna e Lucio Barani.

Pubblicità

Un'altra proposta di legge è stata presentata dal senatore Ciro Falanga (FI) in qualità di relatore. Il senatore Falanga, incaricato dalla commissione Giustizia per la redazione di un testo unificato per indulto e amnistia, ha già annunciato di aver predisposto un testo base mentre si resta in attesa di capire quali saranno i prossimi passi dell'altra relatrice dei ddl per amnistia e indulto 2014, cioè la senatrice Nadia Ginetti (Pd) che attende la nuova audizione del guardasigilli di giovedì 7 agosto.