Su #amnistia e #indulto 2014 si continua a discutere animosamente sia tra opinione pubblica che tra opinione politica, i pareri come è ovvio che sia per ogni argomento "che scotta" sono contrastanti. Gli occhi ora sono tutti puntati sulla Riforma Giustizia del 29 agosto, tanto cara al premier Renzi anche al punto da metterla dinanzi all'altra questione spinosa del momento ossia il taglio sulle pensioni d'oro che anima la questione inerente la Riforma pensioni 2014. Le ultime news trapelate intorno ai 12 punti insiti nella Riforma Giustizia sembrano però non lasciare adito ad alcuna speranza per i detenuti, amnistia e indulto, ancora una volta non risultano al centro della scena politica, o meglio non rientrerebbero nei 12 punti.

Pubblicità
Pubblicità

I Radicali ed in particolare Marco Pannella, che da tempo si batte per ridare maggiore dignità ai detenuti italiani e per migliorare le condizioni disumane delle nostre carceri, si è perfino rivolto, nei giorni passati, al Pontefice, conscio della sensibilità di Papa Francesco sulla questione carceraria. La chiesa, come è noto ormai, non si è mai detta contraria all'Amnistia.

Amnistia e Indulto 2014, novità: quali speranze in Riforma Giustizia?

Andiamo con ordine, la Riforma della Giustizia farà tappa il 29 agosto quando sarà cura del Consiglio dei Ministri definire i primi provvedimenti da attuare, mentre si resta in attesa di sapere quali saranno ufficialmente i 12 punti su cui il #Governo intende operare e che serviranno come linee guida da seguire.

Pubblicità

Andrea Orlando ha incontrato Napolitano nella residenza di Castelporziano per indicargli i propositi operativi del Governo, dalle prime rivelazioni sembrerebbero inesistenti le questioni Amnistia e Indulto 2014 negli attuali 12 punti esposti.

Cosa farà dunque il Governo? Adotterà delle iniziative nei mesi prossimi esterne a quelle ipotizzate nei 12 punti o nuovamente la questione amnistia e Indulto resterà un tema spinoso irrisolto anche per il 2014? In molti ipotizzano che il silenzio del Governo dipenda anche dal fatto che il provvedimento su indulto e amnistia potrebbe portare un ampio coro di critiche se venisse approvato, basti ricordare le critiche piovute sul Governo Prodi a poca distanza dal varo dell'indulto. Sono ancora in molti gli italiani a sostenere che non debba esistere sconto alcuno per chi ha commesso un reato, altrimenti verrebbe meno la certezza della pena e verrebbero meno le condizioni di sicurezza pubblica. Voi cosa ne pensate?