Nuova proposta contro il sovraffollamento carceri e per "Per qualche metro e un po' di amore in più" dietro le sbarre mentre prosegue in commissione Giustizia al Senato della Repubblica, presieduta da Francesco Nitto Palma (Forza Italia), l'esame congiunto dei quattro disegni di legge per la concessione di #indulto e #amnistia 2014 presentati dai senatori Luigi Manconi, Luigi Compagna, Enrico Buemi e Lucio Barani più altri senatori cofirmatari. Alla vigilia della nuova audizione del guardasigilli Andrea Orlando in programma in commissione Giustizia questa settimana (giovedì 7 agosto) - che dovrà fare il punto sulla riforma della giustizia 2014 e sul nuovo decreto svuota carceri convertito in legge e che potrebbe bloccare anche le questioni relative al testo unificato per indulto e amnistia che dovrebbe essere presentato dai senatori relatori Nadia Ginetti (Pd) e Ciro Falanga (FI) - arriva una nuova proposta per l'amore in carcere.

Pubblicità
Pubblicità

Amnistia e indulto 2014, più amore in carcere: nuova proposta di legge in favore dei detenuti e dei loro affetti

La nuova proposta di legge prevede tra l'altro la liberalizzazione delle telefonate e la possibilità di incontri riservati all'interno negli istituti penitenziari, momenti più intimi insomma tra marito e moglie separati dalla condizione di detenzione. Si tratta di una battaglia storica che però la redazione di Ristretti Orizzonti ha voluto rilanciare in questi giorni di agosto 2014 per sollecitare al Parlamento l'approvazione di una legge sull'amore in carcere già presentata nel 2002 e ora riformulata e ripresentata da alcuni parlamentari, su iniziativa del deputato di Sinistra ecologia e libertà Alessandro Zan. "E' un tema - ha spiegato in un comunicato stampa Ornella Favero, direttrice di Ristretti Orizzonti - che riteniamo prioritario anche sull'emergenza del sovraffollamento carceri sento continuamente persone disperate.

Pubblicità

Gente - ha spiegato l'assistente sociale ed esperta di carceri in Italia - che hadue o tre figli a cui può dedicare solo pochi minuti a settimana. Gli spazi per gli incontri spesso - ha aggiunto - sono affollati e tristi, le attese per i colloqui troppo lunghe, estenuanti e umilianti. Quello degli affetti è - ha proseguito la direttrice di Ristretti Orizzonti che non si espressa su disegni di legge per l'amnistia e l'indulto in discussione in commissione Giustizia al Senato - un nostro tema da sempre, ma adesso abbiamo deciso di fare qualche iniziativa forte per rilanciarlo. L'Italia è uno dei pochi Paesi - ha sottolineato Ornella Favero - che ha un ordinamento penitenziario arretrato".

Riforme, nuovo voto segreto al Senato su indulto e amnistia 2014

Intanto, a proposito di sovraffollamento carceri, indulto, amnistia e nuove proposte di legge, novità arrivano per quanto riguarda i provvedimenti di clemenza dall'Aula del Senato della Repubblica presieduto da Pietro Grasso. "Tra le migliaia di emendamenti - spiega in un articolo il Corriere della Sera raccontando il dibattito a Palazzo Madama sul ddl per le riforme costituzionali - si nasconde ancora qualche trappola.

Pubblicità

All'articolo 18 - spiega il Corsera raccontando l'iter del ddl del ministro per le riforme Maria Elena Boschi - è previsto il voto segreto per l'emendamento del senatore Felice Casson (del Partito democratico) su indulto e amnistia, i nemici della riforma sperano nei franchi tiratori". #Governo