E' previsto per oggi giovedì 7 agosto il nuovo appuntamento con il ministro della Giustizia Andrea Orlando (Pd) al #Senato della Repubblica. E' in programma oggi la nuova audizione in commissione Giustizia a Palazzo Madama del guardasigilli che dovrà fare tracciare la road map della riforma giustizia 2014 alla luce del confronto con gli operatori giudiziari avviato a fine giugno dal Governo Renzi. Il ministro della Giustizia sarà chiamato a rispondere anche sul problema del sovraffollamento carceri non ancora risolto e dei ddl per la concessione di #indulto e #amnistia 2014 al vaglio della commissione Giustizia del Senato presieduta da Francesco Nitto Palma (FI).

Pubblicità
Pubblicità

Riforma giustizia 2014, indulto e amnistia: ministro Orlando incontra l'Anm e va al Senato

Orlando, che ha già annunciato che il 20 agosto metterà online le linee guida ufficiali della riforma giustizia 2014, ha incontrato ieri il presidente dell'Associazione nazionale magistrati, Rodolfo Sabelli, con il quale ha parlato delle proposte per la riforma della giustizia. Al centro del confronto, secondo quanto si apprende dall'Agi, la programmazione delle scadenze sulla giustizia penale, mentre non sarebbe stato discusso il tema delle nuove norme per la responsabilità civile dei magistrati duramente criticate nei giorni scorsi dall'Anm. Intanto, sulla questione del sovraffollamento carceri, è attesa per la nuova posizione del Governo Renzi dopo l'approvazione della legge sulle pene alternative e il nuovo decreto svuota carceri convertito che prevede sconti di pena e risarcimenti in denaro per i detenuti.

Pubblicità

Ma le misure risolutive contro il sovraffollamento carceri auspicate dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano sono indulto e amnistia 2014, che tradotti in atti parlamentari sono i ddl 20, 21, 1081 e 1115 attualmente in discussione in commissione Giustizia al Senato dove oggi giovedì 7 agosto torna per la nuova audizione il guardasigilli Andrea Orlando.

Indulto e amnistia 2014 per quali reati? Ecco cosa prevedono i ddl 20, 21, 1081 e 1115

Ecco, in sintesi, cosa prevedono i quattro ddl per amnistia e indulto 2014. Ddl n. 20 per la concessione di amnistia e indulto d'iniziativa dei senatori Manconi, Compagna, Corsini e Tronti: "È concessa amnistia per tutti i reati commessi entro il 14 marzo 2013 per cui è stabilita una pena carceraria non superiore nel massimo a 4 anni. È concesso indulto per tutti i reati commessi fino al 14 marzo 2013 nella misura non superiore a 3 anni". Ddl n. 21 per la concessione di indulto e amnistia d'iniziativa dei senatori Luigi Manconi e Luigi Compagna.

Pubblicità

È concessa amnistia per ogni reato per cui è fissata una pena non superiore nel massimo a 4 anni. È concesso indulto nella misura non superiore a 4 anni. Ddl n. 1081 per amnistia e indulto presentato dal senatore Lucio Barani: amnistia per ogni reato per il quale è stabilita una pena detentiva non superiore a 6 anni per reati commessi non oltre il 30 settembre 2013. L'indulto è concesso per reati la cui pena non è superiore a 5 anni per fatti commessi non oltre il 30 settembre 2013. Ddl n. 1115 per indulto e amnistia d'iniziativa dei senatori Buemi, Longo e Nencini. È concessa amnistia: per ogni reato commesso entro il 31 dicembre 2012 per cui è stabilita una pena detentiva non superiore nel massimo a 4 anni. È concesso indulto integrale per commutazione per tutti i reati commessi fino a tutto il 31 dicembre 2012, con commutazione della pena detentiva pari o inferiore a 4 anni in lavoro sostitutivo con servizi socialmente utili.