E' cominciato oggi pomeriggio (venerdì 29 agosto) a Palazzo Chigi il primo Consiglio dei ministri riunito dal premier Matteo Renzi dopo la pausa delle vacanze estive. All'ordine del giorno, dopo il rinvio della riforma della scuola annunciata dal titolare del Miur Stefania Giannini, i provvedimenti del nuovo decreto Sblocca Italia che dovrà sbloccare dalla burocrazie diverse risorse destinate alle opere pubbliche e alla infrastrutture e la riforma della giustizia su cui ha lavorato il guardasigilli Andrea Orlando.

Riforma giustizia, ultime notizie Cdm 29 agosto: parla il ministro Andrea Orlando

"Porteremo tutto in Consiglio dei ministri", ha dichiarato il guardasigilli Andrea Orlando rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto se porterà al Cdm le nuove misure e i nuovi disegni di legge per lariforma della giustizia penale su cui ancora non c'è un accordo nella maggioranza, oltre ai provvedimenti relativi alla riforma della giustizia civile.

Pubblicità
Pubblicità

Non rientrano per cause di forza maggiore nel confronto sulla riforma della giustizia i disegni di legge per la concessione di #amnistia e #indulto 2014 in discussione invece in commissione Giustizia al Senato della Repubblica dove l'esame congiunto dei ddl per indulto e amnistia riprenderà il prossimo 3 settembre.

Riforma della giustizia, amnistia e indulto: ultime notizie 2014, il punto della situazione agosto-settembre

Amnistia e indulto, come si ricorderà, non sono provvedimenti di competenza governativa ma di competenza parlamentare, per l'approvazione di indulto e amnistia occorre infatti la maggioranza dei due terzi del Parlamento. Anche se - così come sulle riforme costituzionali e sulla nuova legge elettorale - il #Governo Renzi potrebbe determinare la svolta tanto auspicata dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con la concessione di indulto e amnistia dopo l'approvazione della legge sulle pene alternative e del decreto contro il sovraffollamento carceri che concede sconti di pena e risarcimenti in denaro ai detenuti che hanno sofferto le condizioni disumane e degradanti causate dal drammatico affollamento nelle carceri già sanzionato dalla Corte di Strasburgo.

Pubblicità

Riforma giustizia Governo Renzi, ultime notizie: anticipazioni Consiglio dei ministri del 29 agosto

Ma tornando alla riforma della giustizia del Governo Renzi che approda oggi in consiglio dei ministri sono cinque, secondo le prime indiscrezioni che trapelano da Palazzo Chigi e rimbalzano in queste ore sulle agenzie di stampa, sono diversi i disegni di legge per la giustizia presentati dal ministro Andrea Orlando che saranno discussi oggi dal Cdm presieduto dal premier Renzi. Uno dei disegni di legge per la riforma della giustizia riguarderebbe la riforma delle norme sulla responsabilità civile dei magistrati; un altro ddl sarebbe quello sulle deleghe al governo per il dimezzamento dell'arretrato e l'accelerazione del processo civile. Un altro ddl delega il governo sulla riforma organica del Csm e altri ddl riguarderebbero la riforma del Libro XI del Codice di procedura penale. Nuove norme in materia di estradizione dei detenuti stranieri previste dalla riforma giustizia Renzi-Orlando potrebbero contribuire a far fronte al sovraffollamento carceri, così le nuove leggi che modificherebbero i termini delle misure cautelari in carcere.

Pubblicità

Sempre in tema di sovraffollamento carceri utile potrebbero rivelarsi anche le nuove norme previste per una ragionevole durata dei processi e la riforma dell'ordinamento penitenziario che punta all'effettivo valore rieducativo della pena carceraria.