Riforma della giustizia e decreto Sblocca Italia approdano in consiglio dei ministri oggi 29 agosto, ma il #Governo Renzi è costretto a rinviare a settembre la tanto attesa e sbandierata riforma della #Scuola 2014 che porterà la firma del ministro dell'Istruzione, università e ricerca Stefania Giannini e quindi slitta anche la soluzione per le #Pensioni degli insegnanti della cosiddetta Quota 96 scuola. A parlare nuovamente di riforma della scuola è ancora il premier Matteo Renzi che già dopo il caos degli emendamenti al decreto di riforma Pa e pensioni, che aveva individuato anche una soluzione per la vicenda Quota 96 scuola, aveva rassicurato sul pensionamento già del primo di settembre per gli insegnanti che avevano già raggiunto i requisiti per la pensione ma che sono stati bloccati in cattedra dalla riforma pensioni Fornero che il Governo Renzi è in qualche modo costretto a modificare andando verso la soluzione strutturale della questione esodati e rilanciando nuove forme di pensione anticipata e prestiti pensionistici per tutti i lavoratori e non soltanto per i lavoratori pubblici a cui è stata concessa la possibilità di prepensionamento o pensionamento d'ufficio dal decreto di riforma Pa e pensioni del ministro della Pubblica amministrazione e Semplificazione Marianna Madia.

Pubblicità
Pubblicità

Riforma scuola e pensioni Quota 96: nuovo intervento di Renzi

Di riforma scuola si parlerà "la settimana prossima", assicura di nuovo il premier Renzi su Twitter rispondendo a un follower che aveva chiesto chiarimenti replicando a un tweet del primo ministro che aveva scritto a proposito del Cdm di oggi da cui è stata "stralciata" la riforma della scuola: "Oggi giustizia e sblocca Italia, domani - ha tweettato Renzi - vertice europeo. Lunedì - ha aggiunto il premier - la presentazione ufficiale #millegiorni con obiettivi e sito #italiariparte". "E la scuola?", ha chiesto al premier Alessandro Ferrari. "Quando si parlerà di scuola? Noi studenti vogliamo risposte!", ha aggiunto Davide Elia. "Le proposte sulla scuola - ha spiegato Matteo Renzi - saranno discusse dalle famiglie, studenti insegnanti per molti mesi :-)".

Pubblicità

Sulla riforma della scuola e quindi su una possibile soluzione per le pensioni degli insegnanti Quota 96 il premier Renzi ha dunque rimandato l'appuntamento alla prossima settimana, i primi giorni di settembre.

"Abbiamo parlato di riforma della Pa, di pensioni, di riforma del lavoro e abbiamo fatto solo un decreto", ha dichiarato Renata Polverini, deputata di Forza Italia e vice presidente della commissione Lavoro della Camera, intervenendo ad Agorà Estate, su Rai 3. "Perché - ha aggiunto la parlamentare di Forza Italia criticando il Governo Renzi dopo il dietrofront sulla riforma scuola e la vicenda delle pensioni degli insegnanti Quota 96 - annunciare riforme epocali quando il risultato poi è misero? Se non si ha la forza non le si annunci".

Mentre per quanto riguarda la riforma giustizia, non si esprime, al momento, il presidente del Senato Pietro Grasso. "Se fossi stato un comune senatore - ha dichiarato il presidente del Senato in riferimento alla riforma della giustizia che approda oggi in consiglio dei ministri - avrei potuto dire molto di più e meglio la mia opinione, vediamo intanto cosa fa il Consiglio dei ministri di oggi.

Pubblicità

Quando ci saranno dei testi da leggere, una volta resi pubblici - ha aggiunto Pietro Grasso parlando con i cronisti a margine della commemorazione del 23esimo anniversario dell'uccisione dell'imprenditore Libero Grassi a Palermo - mi potrò esprimere, non mi fido molto di quello che trapela a spizzichi dai giornali".