E' senza dubbio una stagione ricca di riforme e novità quella che si preannuncia con il #Governo Renzi. Dopo l'ok definitivo dalla Camera dei Deputati al decreto Pa - al quale si aggiungerà con una "legge di riforma della Pubblica amministrazione importante", come ha detto il ministro della Pubblica amministrazione e Semplificazione Marianna Madia (Pd) - arriva oggi il via libera dal Senato della Repubblica in prima lettura al ddl per le riforme costituzionali del ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, anche lei del Pd di #Matteo Renzi che ha impresso un'accelerata alle riforme 2014 - 2015 anche in considerazione di tutte le altre riforme messe in cantiere.

Pubblicità
Pubblicità

Riforme 2014 - 2015 Governo Renzi: novità su Pa, pensioni, scuola, giustizia, indulto, amnistia

A partire dalla riforma della giustizia 2014 sulla quale sta lavorando il ministro della Giustizia Andrea Orlando (Pd) che ieri ha disertato i lavori della commissione Giustizia di Palazzo Madama, dono sono all'esame i quattro disegni di legge per la concessione di indulto e amnistia 2014. Ma il guardasigilli ha incontrato le delegazioni del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo e di Forza Italia di Silvio Berlusconi, ma anche i parlamentari della Lega Nord di Matteo Salvini e di Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni. Il tabellino di marcia del Governo Renzi sulla riforma giustizia prevede le linee guida definitive in rete entro il 20 agosto e il testo completo con tutti gli articolati da sottoporre all'esame del Parlamento dovrebbe essere pronto entro i primi giorni del mese settembre.

Pubblicità

Mentre per quanto riguarda amnistia e indulto il ddl Boschi sulle riforme approvato al Senato prevede che non possono essere regolamentati e richiesti mediante il nuovo referendum propositivo né con leggi di iniziativa popolare.

Riforma pensioni 2014, Poletti e la pensione anticipata

Nel frattempo prosegue senza sosta e si fa sempre più acceso e complicato il dibattito sulle proposte di legge per la riforma #Pensioni 2014 che dovrà sostanzialmente correggere gli errori della riforma pensioni del Governo Monti predisposta dall'allora ministro del Lavoro Elsa Fornero. Malgrado il caos pensioni 2014 nel decreto Pa Renzi - Madia, il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti continua a parlare di pensione anticipata per tutti i lavoratori e quindi non solo per i dipendenti pubblici come prevede il decreto Madia sulla Pubblica amministrazione. E' la stessa proposta che arriva dal Pd con in testa il presidente della commissione lavoro della Camera Cesare Damiano e dai sindacati Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente guidati da Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti.

Pubblicità

Mentre per quanto riguarda le pensioni degli insegnanti della Quota 96 scuola una soluzione potrebbe arrivare dal nuovo decreto di riforma della scuola 2014 - 2015 che sta preparando il ministro dell'Istruzione, università e ricerca Stefania Giannini (Scelta Civica). La riforma della scuola è un'altra delle riforme nel cantiere aperto dal Governo Renzi che sta lavorando anche alla riforma del lavoro dopo aver aperto il dibattito sul Jobs Act sin dai primi giorni del suo insediamento a Palazzo Chigi dopo aver scalzato l'ex premier Enrico Letta (anche lui del Pd) al quale pochi giorni prima su Twitter aveva detto in un tweet divenuto celebre: "#enricostaisereno".