Riforma giustizia del #Governo Renzi, ddl per la concessione di #indulto e #amnistia 2014: ecco le ultime notizie in arrivo oggi (giovedì 7 agosto) dal Senato della Repubblica e dal dicastero di via Arenula. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha preferito continuare oggi gli incontri con gli esponenti politici di tutti i partiti piuttosto che andare in commissione Giustizia al Senato della Repubblica per illustrare in quella sede le linee guida sulla riforma della giustizia 2014 e le nuove misure anti sovraffollamento carceri contro il quale il presidente della Repubblica ha chiesto con un messaggio alle Camere, un intervento al Parlamento europeo e con diverse prese di posizione l'approvazione di indulto e amnistia.

Riforma giustizia 2014, amnistia e indulto: il ministro Orlando non va al Senato e incontra i partiti

Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano, come si ricorderà, dei diritti in favore dei detenuti e della drammatica situazione delle carceri ne ha parlato anche durante un colloquio avuto con Papa Francesco dopo che il Pontefice ha chiamato il leader radicale Marco Pannella mentre stava scioperando per amnistia e indulto 2014.

Pubblicità
Pubblicità

Come si apprende dagli aggiornamenti del sito del Senato della Repubblica all'indirizzo www.senato.it, è stata sconvocata la seduta di oggi della commissione Giustizia presieduta da Francesco Nitto Palma che prevedeva all'ordine del giorno il "seguito delle comunicazioni del ministro della Giustizia Andrea Orlando sulle linee programmatiche del Dicastero di via Arenula". Il ministro ha incontrato ieri la delegazione parlamentare di Forza Italia di Silvio Berlusconi, e oggi quelle di Sel di Nichi Vendola, Lega Nord di Matteo Salvini, Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale di Giorgia Meloni, Movimento 5 stelle di Beppe Grillo con cui ha parlato delle proposte di legge per la riforma della giustizia del Governo Renzi ma non delle misure contro il sovraffollamento carceri e né dei ddl per indulto e amnistia 2014 che comunque sono di competenza parlamentare e non governativa anche se il governo può imprimere la svolta così come sta avvenendo per le riforme costituzionali e la nuova legge elettorale che nemmeno sono di competenza governativa ma parlamentare.

Pubblicità

Intanto, a proposito di riforme, giustizia, indulto e amnistia è stato approvato oggi in Aula al Senato della Repubblica l'articolo 15 del ddl sulle riforme costituzionali del ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi relativo al referendum abrogativo e alle nuove norme sulla raccolta delle firme. Mentre su indulto e amnistia si legge nel ddl riforme: "Non sarà ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali".

Riforma giustizia, amnistia e indulto 2014: nuovo intervento del senatore Palma (Forza Italia)

Nel frattempo, si fa sentire la voce del presidente della commissione Giustizia del Senato Francesco Nitto Palma, di Forza Italia, favorevole a leggi di amnistia e indulto 2014. "Non c'è nessun muro contro muro", dice all'Ansa, nei confronti del ministro della Giustizia Andrea Orlando e della riforma giustizia 2014 che il Governo Renzi ha intenzione di portare avanti.

Pubblicità

Il senatore Palma ha incontrato ieri il ministro Orlando insieme alla delegazione parlamentare di Forza Italia ma si è detto "deluso" dal confronto. Sul fronte della riforma della giustizia penale, il presidente della commissione Giustizia di Palazzo Madama sostiene che dal Governo Renzi non viene spiegato "come si vogliano raggiungere gli obiettivi".