Proseguono senza sosta anche durante l'estate le manifestazioni dei radicali davanti le carceri italiane per sollecitare l'approvazione di provvedimenti straordinari di clemenza come #amnistia e #indulto 2014 contro il sovraffollamento carceri e per chiedere il rispetto dei diritti fondamentali dei detenuti, a partire dal diritto alla salute. Dopo la manifestazione per amnistia e indulto nei giorni scorsi a Firenze, la città del premier Matteo Renzi, un nuovo sit-in di una delegazione dei Radicali italiani guidati da Rita Bernardini si è svolto oggi davanti al carcere di Palmi in provincia di Reggio Calabria. I manifestanti hanno fatto sentire la loro voce e hanno mostrato i loro cartelli davanti al carcere di Palmi per protestare contro il sovraffollamento carceri e per chiedere indulto e amnistia 2014, ma soprattutto il rispetto del diritto essere curati seppur dietro le sbarre.

Pubblicità
Pubblicità

Sovraffollamento carceri, indulto e amnistia 2014: nuove manifestazioni

E mentre prosegue il confronto sulla riforma giustizia 2014 del #Governo Renzi il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha ancora la necessità di fare i conti con il sovraffollamento carceri; resta da capire quali saranno i nuovi dati dopo qualche mese dall'entrata in vigore delle recenti nuove leggi approvate: la legge sulla pene alternative e sull'affidamento in prova ai servizi sociali e il decreto svuota carceri, definitivamente convertito in legge, che prevede un condono della pena del 10% (una sorta di indulto) e risarcimenti in denaro per i detenuti. Intanto si resta di capire quale sia il destino dei quattro ddl per amnistia e indulto 2014 al vaglio della commissione Giustizia del Senato della Repubblica dove ieri era atteso il ministro Orlando, adesso si attende la nuova convocazione ufficiale per settembre.

Pubblicità

Carceri, amnistia e indulto 2014: ecco le ultime notizie di agosto

"Abbiamo espresso riserve sull'opportunità della chiusura delle carceri di Iglesias e Macomer - hanno spiegato in una nota congiunta i parlamentari del Partito democratico della Sardegna dopo un incontro con il guardasigilli - l'incontro di stamani con il ministro della Giustizia Andrea Orlando sia - si elle nella nota della delegazione di parlamentari sardi composta dal presidente della commissione per la tutela dei diritti umani Luigi Manconi (autore del primo dei quattro ddl per amnistia e indulto al Senato), Giuseppe Luigi Cucca, Silvio Lai, Roberto Capelli e Francesco Sanna - per il fatto che lo Stato abbandona territori già indeboliti sul piano sociale ed economico. Ma anche - hanno aggiunto i parlamentari sardi del Pd - per alcuni errori sostanziali nell'analisi delle strutture che hanno condizionato negativamente l'impostazione del decreto". All'incontro con il ministro della Giustizia per scongiurare la chiusura delle carceri di Iglesias e Macomer ha partecipato anche il presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru.

Pubblicità

"Durante l'incontro il ministro Orlando - ha sottolineato nella nota i parlamentari sardi del Pd di Renzi - ha dato la sua disponibilità a collaborare con la Regione Sardegna per evitare la chiusura delle carceri di Iglesias e Macomer". E a proposito di riforma giustizia, sovraffollamento carceri, amnistia e indulto 2014, "Viaggio nelle carceri" è il titolo del libro scritto da Antonino Castorina e Davide Lacara che sarà presentato sabato 9 agosto a Reggio Calabria, sul lungomare Italo Falconarè alle ore 18:30, nel contesto del convegno intitolato "Dalla riforma giustizia 2014 al governo degli enti locali" promosso dal Giovani Democratici calabresi.