Mentre ricomincia questa settimana l'esame congiunto dei quattro ddl per la concessione di #amnistia e #indulto 2014-2015 in commissione Giustizia al Senato della Repubblica è oggi anche il ministro della Giustizia Andrea Orlando a parlare del sovraffollamento carceri annunciando le novità previste dal #Governo Renzi sulle modifiche al sistema penitenziario nel contesto della riforma della giustizia.

Sovraffollamento carceri, amnistia e indulto 2014: ultime notizie dal ministro Orlando su riforma sistema penitenziario

"Nella riforma della giustizia - ha dichiarato il guardasigilli Andrea Orlando - c'è una delega per la riforma del sistema penitenziario, dopo l'esame del Parlamento vorrei esercitarla ma dopo aver convocato gli stati generali del sistema penitenziario italiano, coinvolgendo tutti i soggetti che vi operano, compreso il mondo del volontariato", ha affermato oggi il ministro della giustizia Andrea Orlando che ha parlato della riforma della giustizia durante la presentazione, al dicastero di via Arenula, del progetto "Dei delitti e delle pene", di Rai Radio 3, che consiste in una rivisitazione contemporanea dell'opera di Cesare Beccaria a 250 anni dalla sua pubblicazione.

Pubblicità
Pubblicità

"Abbiamo rischiato la condanna della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo per il sovraffollamento carceri - ha aggiunto il ministro della Giustizia Andrea Orlando Orlando - proprio nell'anno della ricorrenza dei 250 anni dalla pubblicazione 'Dei delitti e delle pene'. Oggi - ha aggiunto il guardasigilli del Governo Renzi sul sovraffollamento carceri senza fare riferimento ad amnistia e indulto 2014-2015 - l'emergenza numerica è superata, ma non abbiamo ancora una situazione che onori la tradizione di Cesare Beccaria. Per questo - ha spiegato il ministro della Giustizia - ritengo importante coinvolgere gli operatori del settore".

Sovraffollamento carceri, ddl amnistia e indulto 2014-2015 in commissione Giustizia al Senato

Una buona notizia, quindi, verso il miglioramento della situazione nelle carceri italiane dopo l'approvazione della legge sulle pene alternative al carcere e la conversione in legge del cosiddetto decreto svuota carceri del Governo Renzi.

Pubblicità

Anche se i provvedimenti invocati dai detenuti sono leggi straordinarie di clemenza come amnistia e indulto 2014-2015 chieste al Parlamento anche dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. A sollecitare "misure straordinarie di clemenza generale ad efficacia retroattiva come amnistia e indulto anche la delegazione dell'Onu sulla detenzione arbitraria che nel riferirsi al Governo Renzi e al Parlamento italiano sul drammatico problema del sovraffollamento carceri ha fatto riferimento proprio alle parole del messaggio alla Camere inviato dal Capo dello Stato l'8 ottobre 2013 che conteneva l'appello per indulto e amnistia. Intanto, è di nuovo nel calendario dei lavori di questa settimana parlamentare, a partire da oggi martedì 16 settembre, la prosecuzione dell'esame congiunto dei quattro disegni di legge per la concessione di amnistia e indulto in commissione Giustizia al Senato della Repubblica.