È il Senato della Repubblica il luogo dove nei prossimi giorni potrebbero essere prese decisioni molto rilevanti per la scelta di un provvedimento di #amnistia e #indulto generalizzato: tutti gli occhi sono quindi puntati sulla commissione giustizia, che sta passando al vaglio i quattro disegni di legge al riguardo. L'idea è quella di portare avanti un atto di clemenza, chiesto a gran voce non solo dai detenuti che stanno soffrendo un grave situazione di sovraffollamento carcerario, ma anche da diverse parti della società civile (ricordiamo ad esempio il partito radicale, oltre agli appelli arrivati recentemente dall'UE, dall'Onu e dalla Santa Sede).

Pubblicità
Pubblicità

Nel frattempo alcuni carcerati hanno scritto una lettera al Presidente Giorgio Napolitano, che già in passato si era espresso con un'apertura per una veloce risoluzione del problema carcerario e dei disagi derivanti dalla grave situazione del momento. Ricordiamo che dall'inizio dell'anno i suicidi si moltiplicano, mentre l'ultimo evento infausto è avvenuto solo lo scorso 6 settembre a Sassari, dove un detenuto si è tolto la vita una volta terminato l'ultimo giro di controllo dei secondini.

Le dichiarazioni sul problema del sovraffollamento carcerario di Domenico Nicotra dell'Osapp

Sulla questione è intervenuto recentemente anche Leo Beneduci, Segretario Generale dell'Osapp (sindacato autonomo di polizia penitenziaria). Proprio in queste ore ha diffuso la notizia dell'ennesimo tentativo di suicidio, fortunatamente sventato, ad opera di un detenuto del penitenziario di Torino, incarcerato per il reato di bancarotta fraudolenta.

Pubblicità

In questa occasione le forze di polizia penitenziaria sono riuscite ad intervenire in tempo, sventando la tragedia, ma Beneduci ha commentato in toni molto preoccupati la vicenda: "quest'ultimo evento dimostra l'assoluta inadeguatezza dell'amministrazione penitenziaria rispetto alle esigenze e all'alta professionalità degli appartenenti alla polizia penitenziaria".

Lo svuota carceri 2014 potrebbe dimostrarsi insufficiente, ipotesi amnistia e indulto 2015

Per il momento il #Governo Renzi e il Ministro della Giustizia Andrea Orlando sono intervenuti nella questione attraverso uno specifico provvedimento, il cosiddetto "svuota carceri 2014". Si tratta di un corpus legislativo contenente la possibilità di convertire la pena detentiva per alcuni reati minori, attraverso l'impiego del lavoro fuori dal carcere. Mentre l'idea resta lodevole, sembra che l'impatto della norma potrebbe restare piuttosto limitato. Da alcune fonti giornalistiche locali si stima che la diminuzione della popolazione carcerario potrebbe attestarsi in un range che va dal 10% al 20%. Per quanto la direzione intrapresa sia di discontinuità rispetto al passato, potrebbe trattarsi ancora di una misura troppo esigua se si considera che la media del sovraffollamento nelle carceri italiane (secondo i dati forniti dallo stesso Ministero) si aggirerebbe attorno al 119%.