Il dramma del sovraffollamento delle carceri e delle condizioni di vita dei detenuti è da sempre fiore all'occhiello della politica dei Radicali Italiani, che da anni sollecitano la politica italiana per trovare una soluzione al dramma di tanti cittadini. Sebbene puntualmente i nuovi Governi varino nuovi decreti denominati "svuotacarceri", la questione appare ancora molto lontana dall'essere risolta, tanto più che quotidianamente giungono notizie di nuovi suicidi o atti di autolesionismo da parte di detenuti che non riescono a sopportare la propria situazione, già difficile da affrontare dal punto di vista psicologico. Le continue richieste al Govero da parte dei Radicali Italiani affinché vengano seriamente presi in considerazione i provvedimenti di clemenza quali l'#amnistia e l'#indulto continuano a non avere seguito.

Pubblicità
Pubblicità

E neppure il consiglio dato alle Camere quasi un anno fa da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è servito a molto. La lotta da parte del movimento fondato da Marco Pannella, che al momento versa in gravi condizioni di salute, a sostegno dei detenuti continua puntuale e in data odierna il leader storico dei Radicali e la Segretaria Rita Bernardini hanno organizzato una visita al nuovo carcere di Arghillà, in provincia di Reggio Calabria.

Radicali Italiani: ecco il programma della giornata di oggi

A partire dalle 11,30 Marco Pannella e Rita Bernardini hanno cominciato il proprio percorso all'interno della nuova struttura di Arghillà assieme all'onorevole Bruno Censore (PD), ad Antonio Castorina (Responsabile Nazionale del gruppo "Legalità" del PD) e al Radicale Giuseppe Candido.

Pubblicità

Al termine della visita, verso le ore 14,00, è prevista una conferenza stampa presso la Contrada Rugola, davanti alla nuova struttura carceraria di Arghillà. E' grande la curiosità di conoscere la loro opinione sulla nuova costruzione. Verrà successivamente presentato a Serra San Bruno (VV), il nuovo libro " Viaggio nelle carceri" di Antonino Castorina e Davide La Cara. #Governo