Purtroppo, prima di vedere le ultime news politiche inerenti #amnistia e #indulto, è giusto aprire gli aggiornamenti dando spazio all'uomo che si è suicidato nel carcere di Trento ieri. Sono passati solo pochi giorni da quando abbiamo dovuto raccontare del suicidio avvenuto nel carcere di Pisa, ed ora un nuovo tragico episodio. Aveva 38 anni il detenuto che si è tolto la vita impiccandosi con un laccio improvvisato. Il giovane avrebbe finito di scontare la sua pena tra 4 mesi, nel gennaio 2015. Intanto, salgono a 29 le morti per suicidio nelle carceri italiane dall'inizio del 2014 ad oggi, mentre sono 99 quelle totali.

Dopo il doveroso racconto di cronaca che purtroppo ha preso le prime pagine del giorno, veniamo alle news riguardanti amnistia e indulto, la nomina Dap si avvicina, tra i papabili spunta il nome di Palma.

Pubblicità
Pubblicità

La sua nomina è particolarmente appoggiata dall'Unione Camere Penali che, finalmente, vedono un nome di un personaggio che conosce bene le problematiche delle carceri e non il solito esponente dell'ordine giudiziario che invece poco sa di quel che davvero rappresentano i centri di detenzione del nostro paese. Mentre oggi si apre nuovamente il dibattito della commissione di Giustizia al Senato a proposito dei testi unici riguardanti amnistia e indulto, per la prossima settimana è invece prevista la nomina a Capo dell'Amministrazione Penitenziaria.

Nei giorni scorsi anche il Sappe si era espresso in merito, indicando il Professor Mauro Palma come figura di competenza e professionalità ai massimi livelli. Per quanto concerne invece la seduta prevista subito dopo la pausa estiva riguardo la Riforma Giustizia a proposito dei provvedimenti di clemenza come amnistia e indulto, niente di fatto.

Pubblicità

Tale seduta non è stata più convocata, ma è molto probabile che si provvederà nella prossima settimana a riprendere in considerazione tale problematica. Intanto, l'iniziativa dei radicali non si ferma, Pannella e Bernardini sono stati in visita nel carcere Arghillà di Reggio Calabria per continuare la loro battaglia per l'amnistia e l'indulto.