#amnistia e #indulto provocano una spaccatura nel Movimento 5 stelle di Beppe Grillo. La "bomba" è esplosa in Abruzzo, dove il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Leandro Bracco, in dissenso dalle scelte del gruppo consiliare M5s, ha espresso il suo voto favorevole sulla risoluzione urgente per indulto e amnistia che è stata presentata dal consigliere regionale del Partito democratico Luciano Monticelli. La risoluzione approvata dal Consiglio regionale abruzzese contro il sovraffollamento carceri punta a sostenere l'iniziativa di Satyagrah (lotta nonviolenta) per amnistia e indulto 2014 di Marco Pannella. Quindi il Consiglio regionale abruzzese sollecita al #Governo Renzi e al Parlamento l'approvazione di amnistia e indulto "il cui ambito di applicazione sarà definito dal Parlamento stesso in considerazione della gravità dei reati".

Pubblicità
Pubblicità

Mentre il Movimento 5 stelle in Parlamento è fortemente contrario a indulto e amnistia.

Amnistia e indulto 2014, ultime notizie: nuovo 'dissidente' nel Movimento 5 stelle di Beppe Grillo

"Sono favorevole ad amnistia e indulto perché le considero condizioni imprescindibili affinché le carceri tornino ad essere un consesso civile dove i detenuti sono costretti a vivere", ha detto il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Leandro Bracco, votando in dissenso dal suo partito che è fortemente contrario a misure di clemenza come indulto e amnistia non solo a livello regionale ma soprattutto a livello nazionale. Un nuovo grillino dissidente che probabilmente dovrà presto fare i conti con il leader del Movimento 5 stelle Beppe Grillo e quindi rischia l'espulsione dal movimento.

Pubblicità

Al nuovo grillino dissidente Leandro Bracco già cominciano a chiedere conto e ragione sul voto per amnistia e indulto diversi sostenitori del Movimento 5 stelle.

Amnistia e indulto, il sì del grillino Leandro Bacco: dibattito su Facebook

"Aspetto con ansia la tua presa di posizione non in linea con il gruppo regionale sull'indulto e l'amnistia", ha scritto Nicola Lapenna sulla pagina Facebook del consigliere M5s abruzzese. "Leandro Bracco, fai un bel post sul perché di quella scelta perché ha creato molta confusione. Molto chiaro. Ok!?", ha scritto Francesco Scipione parlando del voto favorevole alla risoluzione su amnistia e indulto 2014. C'è anche chi difende la scelta di Bracco su indulto e amnistia. "Votare sull'indulto - posta Franco D'Aloisio - è un fatto di coscienza che non ha niente a che fare con i principi del Movimento 5 stelle e pertanto condivido pienamente la scelta di Leandro Bracco. Avete calpestato e massacrato - sostiene Franco D'Aloisio sulla pagina Facebook del consigliere regionale abruzzese Leandro Bracco - tutti i principi ed i regolamenti del M5s ma nessuno ha fiatato perché faceva comodo a qualcuno ed ora criticate chi ha votato secondo coscienza, vergognatevi".