Ricreare una nuova balena bianca creando una nuova Democrazia Cristiana: questa è l'ultima bomba mediatica che arriva da 'Affari Italiani'. La testata giornalistica on-line sostiene che gli incontri ripetuti tra il presidente di Forza Italia e il presidente del Consiglio Matteo Renzi non siano dovuti semplicemente ad un lavoro per continuare lungo la strada delle riforme, bensì si sostiene ci possa essere altro. L'ex sindaco di Firenze è stufo di avere come ostacoli più difficili da superare gli esponenti del Partito Democratico vicini alla CGIL e vorrebbe poter contare su un un appoggio unanime di tutto il partito da lui capitanato. Le tensioni interne si sono riaccese quando il #Governo Renzi ha ricominciato ad affrontare il tema del lavoro presentando la proposta del Job Acts il quale comprende l'eliminazione dell' articolo 18.

Pubblicità
Pubblicità

La Camusso non può accettare in nessun modo che il modello del Jobs Act venga attuato così da stimolare la corrente bersaniana e dalemiana a cominciare a puntare i piedi facendo sentire i loro numeri in Parlamento. Proprio per questo in questi ultimi giorni #Matteo Renzi non ha risparmiato aspri attacchi nei confronti dei sindacati, in particolare alla CGIL. Il movimento sindacalista rappresenta un'importante fetta dell' elettorato di sinistra e tutto ciò fa pensare che il premier vuole andare a cercare i voti non più nelle fazioni estreme bensì da dove Silvio Berlusconi ha attinto in questi vent'anni. I moderati sono ancora la maggioranza del popolo italiano e potrebbero essere un'arma vincente per le prossime elezioni avendo a disposizione una maggioranza solida e coesa. Da qui la necessità di trovare un alleato che in questi mesi di governo è stato sempre corretto non voltando mai le spalle.

Pubblicità

Le voci che circolano parlano di una lista civica "nazionale" con la quale Renzi in prima persona, con l'ausilio di Berlusconi, dovrà conquistare almeno il 40% dei consensi per poter governare.

Gli elettori del centro-destra non hanno alcun pregiudizio sul rottamatore che piace eccome nel mondo dell'artigianato e della piccola-media impresa. Renzi vuole convogliare su di sè i voti del ceto medio e degli imprenditori. Non c'è altra spiegazione altrimenti alle parole che spesso sottolinea in tutti i palcoscenici in cui va dove sostiene che "Bisogna partire dalle piccole e medie imprese, e l'unico modo per farlo è abbassare drasticamente il livello della tassazione". La lista civica sarebbe un'ottima opportunità per il Cavaliere che potrebbe sfruttare la situazione per azzerare tutti gli incarichi in Forza Italia portando con sè in questa nuova esperienza politica solo gli uomini più fidati affiancati da giovani impegnati in politica o politici locali impegnati sul territorio. Un governo solido potrebbe garantire la possibilità di effettuare le riforme necessarie per il paese stilando un programma annuale di ciò che bisogna realizzare. #Silvio Berlusconi